Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Transiturus de hoc mundo

26 giugno 2011 "Corpus Domini"


26 giugno 2011 'Corpus Domini'
27/06/2011, 08:06

 

 

La festività del Corpus Domini fu istituita nel 1264 da Papa Urbano IV in seguito al miracolo di Bolsena. Nel 1263, infatti, un sacerdote boemo, Pietro da Praga, che da tempo nutriva perplessità e scetticismo sulla reale presenza di Cristo nel pane e nel vino consacrati, decise di intraprendere un pellegrinaggio verso Roma per pregare sulla tomba di Pietro e placare nel suo animo i dubbi di fede che stavano mettendo in crisi la sua vocazione. Durante il viaggio di ritorno verso la sua terra, dopo essersi rinfrancato nella Basilica di San Pietro, e dopo aver pregato e meditato, decise di fermarsi nella Chiesa di Santa Cristina a Bolsena. Nel ricordo della martire Cristina fu di nuovo turbato ed assalito da dubbi e chiese di celebrare in quella Chiesa una messa per affidarsi alla Santa. Durante la celebrazione vide dall’Ostia consacrata stillare copiosamente sangue, che bagnò il corporale, i lini liturgici, oggi custoditi nel Duomo di Orvieto. In seguito a tale evento prodigioso Papa Urbano IV, con la bolla Transiturus de hoc mundo, istituì la solennità del Corpus Domini, affidando a Tommaso d’Aquino il compito di preparare i testi per la liturgia delle ore e per la Messa della nuova festività. Il Corpus Domini è una festa di precetto e si celebra a Roma il giovedì successivo alla solennità della Santissima Trinità, due settimane dopo la Pentecoste, mentre nel resto d’Italia le celebrazioni sono rinviate alla domenica successiva, che quest’anno è il 26 giugno.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©