Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

30 ANNI FA ARRIVAVA IN ITALIA GOLDRAKE


30 ANNI FA ARRIVAVA IN ITALIA GOLDRAKE
04/04/2008, 09:04

Era un pomeriggio di aprile del 1978, su Rai2 trasmetteva uno spettacolo in bianco e nero condotto dal Quartetto Cetra, quando fu lanciata la prima puntata di quella che allora era una novità: un cartone animato di 25 minuti, il cui protagonista non era un personaggio stucchevole e melenso come quelli dei lungometraggi della Walt DIsney a cui eravamo abituati, ma un ragazzo extraterrestre, che si chiama Actarus o Duke Fleed, che vive sulla Terra e che guida un enorme robot antropomorfo, Goldrake, dotato di potentissime armi. Lo scopo di questo ragazzo: impedire con ogni mezzo che la Terra venga distrutta dalle orde di crudeli extraterrestri provenienti dalla stella Vega, come è successo al suo pianeta natale, Fleed.

Da allora in Italia sono passati centinaia di cartoni animati provenienti dal Giappone, alcuni di qualità elevata, altri fatti solo per sponsorizzare giochi di carte o pupazzi; e termini come manga (fumetti in giapponese) o anime (gli episodi a cartoni animati) non sono più parole misteriose.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©