Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Napoli. Il film narra il difficile esilio del musicista

"Żal, il ritorno–il viaggio di Chopin", domani la presentazione


'Żal, il ritorno–il viaggio di Chopin', domani la presentazione
19/04/2010, 19:04

NAPOLI – Sarà presentato domani, alle ore 12 presso l’aula 102 di via Duomo 219, sede dell’Università L’Orientale, il film “Żal, il ritorno – il viaggio di Chopin”. L’opera, nata da un’idea della professoressa Jolanta Maria Zurawska, docente di Letteratura e Lingua Polacca, si avvale della regia di Mario Perrotta.
Żal è una di quelle parole intraducibili non solo per chi non conosce il polacco, ma specialmente per tutti coloro che non sono nati e cresciuti in Polonia. Nostalgia, malinconia, tristezza, rimpianto sono solo tentativi velleitari che parzialmente rievocano il senso autentico di tre semplici lettere che insieme formano un concetto complesso e sofisticato, amato da Chopin ed al quale il musicista polacco spesso ricorreva, in particolar modo negli anni dell’esilio. Il film, attraverso un simbolico viaggio nella vita chopiniana, tenta di ricostruire il concetto di Żal, proponendosi come “lezione speciale” per tutti gli studenti della Polonia, della lingua e della cultura polacca. Emblematico, per comprendere il sentimento di Żal, può essere un aneddoto: il corpo di Fryderyk Franciszek Chopin è stato sepolto a Parigi, dove è rimasto in esilio volontario (soffrì per le notizie che giungevano dalla Rivolta di Novembre) fino alla morte, ma il suo cuore è conservato a Varsavia, nella Chiesa di Santa Croce.

Commenta Stampa
di Davide Schiavon
Riproduzione riservata ©