Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Appuntamento alla libreria Groit di Roma per la festa

4 dicembre 2010 : CAPOSUD compie un anno


4 dicembre 2010 : CAPOSUD compie un anno
09/11/2010, 15:11

L'unica rivista scritta solo da corrispondenti dei Sud del mondo festeggia un anno di vita nella stessa sede in cui è nata: la libreria Griot di Roma. Con tante novità. Tonio Dell’Olio, direttore responsabile della rivista, e tanti altri ospiti festeggeranno il 4 dicembre presso la libreria Griot di Roma – Via di Santa Cecilia 1/A (zona Trastevere) – il “compleanno” della prima rivista italiana scritta solo da corrispondenti locali dei Sud del mondo, dalle 18:30 alle 21. Il 6 dicembre 2009 nasceva quello che rappresentava una sfida, il ritratto di un “mondo alla rovescia” che voleva e vuole contribuire a colmare il gap informativo Nord/Sud, da sempre sbilanciato verso i Paesi sviluppati e tendente a dipingere il resto del Mondo come Terzo, trascurandone troppe verità, positive e negative. Un gap che secondo CAPOSUD si può curare dando voce, prima di tutto, ai Protagonisti. Vincitore del bando della Regione Puglia “Principi Attivi 2008”, ad un anno di distanza il bimestrale conta su rubriche “filo diretto” con realtà come il Sudamerica, l'Africa, il Medio-Oriente ed i Balcani. Nel numero 5 CAPOSUD ha raccolto le testimonianze dei giornalisti in fuga dall'Iran per aver raccontato una realtà che il regime continua a tenere sotto silenzio nella repressione. Ad oggi il progetto editoriale, conclusa l'esperienza legata a Principi Attivi, continua a vivere anche al di là del finanziamento ottenuto per il lancio, grazie alla tenacia della redazione e dei suoi corrispondenti, tutti volontari. Elemento importante e caratterizzante della testata anche gli scatti dei fotoreporter (italiani e non), mentre sul sito internet del giornale, www.caposud.info, su Facebook e sul blog del giornale si raccolgono le testimonianze dirette dei giornalisti e vive la comunità di “fan” online. Indipendente e senza filtri, CAPOSUD non risparmia verità scomode, comprese quelle riguardanti la Cooperazione allo Sviluppo e in generale il rapporto tra Nord e Sud. Un osservatorio privilegiato che il terzo settore ha mostrato interesse ad osservare per farne un veicolo di miglioramento dei progetti e dei rapporti, ma che non è solo un giornale per addetti ai lavori. Con uno stile semplice e fruibile, CAPOSUD si indirizza infatti ad un pubblico trasversale. Lettori e redazione sono a bassa voce, in posizione di ascolto, con la sola funzione di coordinamento e traduzione e, naturalmente, di lettura. Oggi, con una distribuzione nelle province pugliesi, oltre a due importanti centri di lettura come Roma e Milano, CAPOSUD ha acquisito sempre maggiore struttura e consapevolezza e prosegue nel trattare tematiche ritenute marginali dall'informazione mainstream, scritte con il cuore e la competenza dei giornalisti locali. Il compleanno di CAPOSUD verrà festeggiato dove il cammino è cominciato, presso la libreria Griot di Roma. L'occasione sarà un modo per presentare alcune importanti novità relative al progetto editoriale e ritrovare gli amici che ci accompagnano in quest'avventura, a cominciare da Tonio Dell’Olio, direttore responsabile e anche coordinatore della sezione internazionale della nota associazione contro le mafie “Libera”. Durante l’evento verrà inoltre presentato e distribuito il numero 6 della rivista.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©