Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

42 progetti per "Luce su Napoli" in appena 1 mese. Importante partecipazione al bando lanciato


42 progetti per 'Luce su Napoli' in appena 1 mese. Importante partecipazione al bando lanciato
06/07/2012, 12:07

Sono 42 le proposte inviate dai cineasti napoletani al Comune per il progetto “Luce su Napoli”, ideato dall’assessorato alla Cultura d’intesa con Cinecittà-Luce e con il MiBAC. In appena un mese, oltre 40 autori hanno presentato soggetti per la realizzazione di tre documentari creativi che racconteranno l’identità della città del golfo, tra set ambientati nella Napoli contemporanea e immagini di repertorio fornite – in maniera gratuita – dallo straordinario Archivio del Luce. Ognuno dei tre titoli della durata massima di 25 minuti verrà prodotto con un budget di 12mila euro. I soggetti selezionati saranno presentati alla prossima Mostra del Cinema di Venezia.

Complessivamente sono 38 le progettualità proposte da singoli registi e 4 le forme di collaborazione. Tra i 46 partecipanti, tutti under 35, la gran parte è composta da una componente maschile (soltanto 9 sono le autrici, la più giovane in assoluto è nata nel 1992). La quasi totalità dei partecipanti è nata e risiede a Napoli, anche se non mancano residenti in altre grandi città della penisola, come Torino, Milano e Roma.
Dai curricula dei partecipanti emerge un quadro eterogeneo di competenze ed esperienze pregresse: studenti, professionisti del cinema e dell’audiovisivo (che in alcuni casi hanno già maturato esperienze di lungometraggi giunti in sala), attori, drammaturghi, registi teatrali, giovani ma già affermati esponenti del mondo radiofonico, della scrittura, del giornalismo, nonché vincitori di concorsi cinematografici a livello nazionale.

Più nel merito delle proposte, invece, si può sottolineare che i 42 progetti coprono l’intero arco stilistico della forma documentario: dal documentario classico, al mockumentary, passando attraverso storie che sfiorano la fiction. I soggetti vanno dalle monografie sui grandi personaggi della cultura partenopea, con particolare riferimento alla musica, al racconto dei grandi temi che da sempre forniscono spunti agli artisti napoletani: il mare, il porto, il Mediterraneo, la religione, il lavoro. Importante è la quota di quanti hanno scelto di affrontare script che riguardano il presente dei giovani sospesi tra l’incertezza del proprio futuro e la crisi della collettività. Non mancano i temi legati alla tradizione che spaziano dall’arte presepiale alla superstizione, al racconto di eventi del passato ancora vivi nella memoria di molti napoletani.

“Sono orgogliosa del progetto ‘Luce su Napoli’, dello straordinario dato di partecipazione e sensibilità che il bando ha riscosso in così poco tempo. Sarà dura per la giuria scegliere soltanto 3 fra i 42 progetti ricevuti; perciò sono io stessa rammaricata perché di fronte a tante proposte potremo portarne a compimento poche – dice l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli Antonella Di Nocera. Confido che l’anno prossimo, ancora con Cinecittà-Luce e il ministero dei Beni culturali questa avventura possa replicarsi. In una situazione di profonda crisi produttiva credo sia di grande sollievo sapere che tre giovani autori potranno confrontarsi con un vero piano di produzione ed un set. ‘Luce su Napoli’ è la prova che è opportuno riflettere insieme sul sistema produttivo cinematografico del nostro territorio, che non può essere trascurato. Ogni istituzione deve fare la propria parte ed anzi è urgente interrogarsi sulla necessità di una legge regionale sul cinema, di cui si è tanto parlato, che includa tra i suoi obiettivi la produzione cinematografica ed audiovisiva con uno specifico fondo dedicato allo sviluppo di progetti ed al sostegno dei giovani autori. Senza un forte segnale in questo senso, come è stato dato in altre regioni negli ultimi anni, si rischia, come di fatto sta accadendo, una totale fuga degli artisti e dei talenti, ed un collasso di tutte le esperienze produttive di qualità del territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©