Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Bacoli la XII edizione del 'Raduno di Primavera ' del Classic Car Club Napoli


A Bacoli la XII edizione del 'Raduno di Primavera ' del Classic Car Club Napoli
22/03/2011, 12:03

Rombano i motori delle più affascinanti autovetture del passato e, con l’arrivo della primavera, ripartono gli appuntamenti firmati CLASSIC CAR CLUB Napoli.

Attesissimo è l’evento-apripista della serie di appuntamenti che il club campano ha organizzato per la stagione-2011: DOMENICA 27 MARZO 2011 (a partire dalle ore 9.30 circa) si riaccendono i motori per la TREDICESIMA edizione del RADUNO DI PRIMAVERA.

L’appuntamento è in VIA MISENO [Area Mercatale], nella cittadina di BACOLI (Napoli), che per l’occasione farà da palcoscenico alla sfilata di circa 60 gioielli dell’automobilismo nazionale ed internazionale. Il Raduno di Primavera – edizione 2011 è realizzato con il Patrocinio del Comune di Bacoli, nel cuore dei Campi Flegrei, area che da 13 edizioni ospita l’appuntamento primaverile del club partenopeo.

Tra le vetture che sfileranno domenica 27 marzo: due Ford A del 1930 e del 1931, una Jaguar E-Type Cabrio del 1973, l’amatissima Giulietta Alfa Romeo del 1964, le Cinquecento e Seicento Fiat degli anni Sessanta e circa 15 straordinari esemplari di Ferrari.

Le ‘signore a quattro ruote’ sfileranno attraverso i più affascinanti luoghi dell’area flegrea, facendo bella mostra di sé e sfidandosi in prove-tempo e gare di abilità.

Si parte alle 9.30 con la mostra delle autovetture a Bacoli; nella mattinata, dopo le 12.00, le auto d’epoca si sfideranno in un giro turistico a tempo determinato; dalle 13.00, poi, le automobili attraverseranno il Lungomare di LUCRINO (NA) in direzione MISENO (NA), dove si terrà la premiazione delle auto più belle e dei piloti più abili.

Con il RADUNO DI PRIMAVERA, il CLASSIC CAR CLUB NAPOLI apre il calendario-eventi del 2011: ventotto anni di attività e oltre 6.000 collezionisti di auto d’epoca per club napoletano presieduto da Giuseppe Cannella.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©