Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Floris lo chiama, ma non si sente nulla

A Ballarò il mistero della telefonata muta di Berlusconi



A Ballarò il mistero della telefonata muta di Berlusconi
21/09/2011, 11:09

ROMA - Simpatico siparietto nella puntata settimanale di Ballarò, il talk show condotto da Giovanni Floris. La trasmissione era incentrata sul declassamento dell'Italia ed in generale sulla situazione economica del nostro Paese. Tra gli ospiti, c'erano Enrico Letta, del Pd, e il Ministro per i rapporti col Mezzogiorno, Raffaele Fitto. Ma anche il vicedirettore di Repubblica Massimo Giannini e il direttire di Libero, Maurizio Belpietro. Ad un certo punto la discussione - che verteva anche sui problemi giudiziari del premier - viene interrotta da un imbarazzato Floris che annuncia che Berlusconi ha telefonato.
L'anno scorso ci fu un episodio spiacevole: Berlusconi telefonò, Floris lo fece parlare dopo aver ottenuto la promessa di rispondere a qualche domanda; ma il premier, dopo un monologo a base di insulti, rifiutà di rispondere a qualsiasi domanda e chiuse il telefono. In una puntata successiva, quando il premier telefonò, Floris si rifiutò di mandarlo in onda, dicendo che se voleva intervenire sarebbe stato ospite graditissimo, ma doveva confrontarsi con gli altri ospiti.
Ieri, cambiando atteggiamento, si è fatto passare la telefonata in diretta, ma appena ha detto che il premier avrebbe dovuto rispondere alle domande, e in maniera sintetica, la telefonata è caduta. Hanno ritelefonato dalla redazione di Ballarò al premier, Floris ha fatto di nuovo la premessa che si sarebbe dovuto rispondere a qualche domanda e la telefonata è caduta di nuovo.
A parte qualche facile battuta (del tipo: "Ma come funzionano male queste Sim sudamericane") resta da capire esattamente cosa è successo. Ieri il premier era a casa sua, non aveva impegni ufficiali. Quindi usava il telefono fisso, dove è difficile che la linea cada due volte in pochi minuti. E quindi? L'interpretazione maliziosa che si può fare è che ha tentato di imperversare, come ha fatto altre volte nelle trasmissioni ma qualcuno vicino a lui (magari Letta o Ghedini) gli ha impedito - in una maniera o nell'altra - di farlo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©