Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Tre giorni di appuntamenti, incontri e spettacoli

A Capodrise il primo Festival della Musica


A Capodrise il primo Festival della Musica
09/09/2009, 11:09


Comincia venerdì 11 settembre prossimo a Capodrise la prima edizione del Capodrise Music Festival. Una tre giorni organizzata dall’associazione culturale “Centopecento” e che conclude quest’anno la rassegna “Estate a Capodrise ” voluta dall’ente comunale. A presiedere l’associazione, Francesco Petracco che ha inteso con la tre giorni in programma, focalizzare l’attenzione sulle tante realtà musicali locali.
Il calendario della prima giornata (venerdì 11 settembre) prevede alle 20:30 l’ufficiale presentazione sia dell’associazione culturale “Centopercento” che della rassegna , nel corso di un incontro organizzato presso il palazzo delle Arti di Capodrise. In scena, “Unpretentiuos”- Melodie Jazz, concerto del due piano e voce composto dal maestro Salvatore Cirillo e da Adele Capacchione. Sabato 12 settembre si comincia alle 17 in piazza Massaro (ex Casa Fusco) con i suonatori di tamburi e tam tam a cura della comunità senegalese di Caserta. I musicisti etnici sfileranno per le strade del centro cittadino. Alle 20, poi apertura degli stands gastronomici. Doppio l’appuntamento di chiusura: alle 21 di scena Opening con il gruppo di musicisti locali “Maleizappa” ed a seguire l’esibizione del Peppe Rienzo Quartet.
La giornata conclusiva di domenica 13 settembre prevede alle 17, presso il parco giochi “G. Rodari” lo spettacolo “Suoni dal Continente nero” a cura della comunità senegalese di Caserta. Alle 20, in piazza Massaro, apertura degli stands gastronomici ed alle 20:30 in programma, il concerto “Tributo ad Elvis Presley del musicista Peppe Cerato. Chiude la tre giorni di musica, l’atteso appuntamento con il gruppo degli Avion Travel.
La manifestazione ha ottenuto il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Caserta e del comune di Capodrise, partner strategico della rassegna. Giuseppe Fattopace, sindaco di Capodrise sottolinea così i motivi della scelta: “Da sempre cerchiamo di coinvolgere la nostra comunità ad una vita partecipe delle scelte amministrative ed il progetto presentatoci dall’associazione Centopercento va proprio in quest’ottica. Questi ragazzi ci hanno offerto un’ulteriore occasione di incontro e noi siamo stati felici di contribuire fattivamente alla realizzazione del piano”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©