Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

L'Arte geometrica destinata riempire lo spazio

A Castel dell'Ovo la Mostra internazionale itinerante Madì


.

A Castel dell'Ovo la Mostra internazionale itinerante Madì
06/10/2010, 18:10

NAPOLI – Si è svolta a Napoli nella suggestiva cornice di Castel Dell’Ovo la presentazione della Mostra itinerante d’arte ‘Madi’ a cura di Sofia Arden Quin, Bolivar, e Ciro Pirone. L’importante appuntamento artistico che raduna artisti provenienti da Argentina, Brasile, Belgio, Francia, Giappone, Italia, Slovacchia, Ungheria e Uruguay, è stato allestito nelle sale del primo e secondo livello del Castello partenopeo. 50 gli artisti che espongono le loro incredibili opere multi materiale, rigidamente senza cornice in modo tale, come voluto anche dalla corrente del geometrismo, deve essere l’opera a riempire lo spazio. Tutte le opere esposte “suscitano un’emozione”, come ha sottolineato il critico d’arte Giorgio Di Genova, che ci ha descritto il senso dell’arte geometrica e la differenza che la divide dall’astrattismo puro. Poi la parola è andata a Ciro Pirone, una delle 4 persone nominate nel testamento del fondatore del ‘Madi’ scomparso qualche giorno fa, come responsabile del movimento artistico internazionale. Pirone ha sottolineato la sua immensa gratitudine per essere l’unico italiano citato nel testamento, e per far parte di una organizzazione tanto prestigiosa. Lo scopo del ‘Madi’ infatti è quello di far conoscere questo tipo d’arte contemporanea in giro per il mondo.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©