Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Seconda Campagna di Sicurezza Stradale

'A Maronna t'accumpagna! Corri la vita! Rallenta sulla strada


'A Maronna t'accumpagna! Corri la vita! Rallenta sulla strada
20/04/2010, 12:04

Dopo i lusinghieri riscontri dello scorso anno, l’Automobile Club e la Curia di Napoli, hanno deciso di rinnovare la campagna di sicurezza stradale ‘A Maronna t’accumpagna! per sensibilizzare i giovani e le rispettive famiglie attraverso le loro parrocchie di riferimento, su un problema di grande rilevanza sociale, qual è l’incidentalità, che, solo nella provincia partenopea, provoca 130 morti e 8.800 feriti per un costo sociale di circa un miliardo di euro.
I sinistri stradali rappresentano la prima causa di morte nella fascia d’età compresa tra 14 e 25 anni. L’iniziativa si rivolge a questa classe generazionale creando, presso le parrocchie, centri di ascolto e di discussione, con il supporto anche di esperti, sul tema dell’educazione e sicurezza stradale e stimolare la creatività dei ragazzi, affinché individuino quelle forme espressive per comunicare ai loro coetanei i valori della mobilità sicura e responsabile e, ancor più, della vita.
Il concorso abbinato a questa campagna di sensibilizzazione, al di là dei premi messi in palio, mira soprattutto a spronare i ragazzi a prendere coscienza su un fenomeno che non conosce confini. Nella “Pastorale della Strada” il Vaticano, esortando gli automobilisti all’esercizio delle virtù, ha elaborato uno speciale decalogo in analogia con i Comandamenti del Signore.
1.      Non uccidere.
2.      La strada sia per te strumento di comunione tra le persone, e non di danno mortale.
3.      Cortesia, correttezza e prudenza ti aiutino a superare gli imprevisti.
4.      Sii caritatevole e aiuta il prossimo nel bisogno, specialmente se è vittima di un incidente.
5.      L’automobile non sia per te espressione di potere, di dominio e occasione di peccato.
6.      Convinci con carità i giovani, e i non più tali, a non mettersi alla guida quando non sono in condizione di farlo.
7.      Sostieni le famiglie delle vittime di incidenti.
8.      Fai incontrare la vittima e l’automobilista aggressore in un momento opportuno, affinché possano vivere l’esperienza liberatrice del perdono.
9.      Sulla strada tutela la parte più debole.
10. Senti te stesso responsabile verso gli altri.
Il concorso scade il 30 aprile 2010 e gli elaborati dovranno essere indirizzati all’Automobile Club Napoli Piazzale Tecchio 49/d 80125 Napoli. I lavori verranno suddivisi in tre categorie: elaborato scritto (tema – racconto – poesie), elaborato grafico (disegni – cartelloni – manifesti – collage), elaborato multimediale (foto – video – canzoni). Tutti i dettagli del concorso sono disponibili sul sito www.napoli.aci.it
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©