Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Musica e proiezioni per celebrare il continente nero

A Milano, 4 giorni per ricordare Miriam Makeba e Djibril Diop Mambéty


A Milano, 4 giorni per ricordare Miriam Makeba e Djibril Diop Mambéty
02/04/2009, 11:04

Le Ultime Carovane sono dedicate quest’anno a due importanti personaggi della cultura africana: la grande cantante sudafricana Miriam Makeba e il cineasta senegalese Djibril Diop Mambéty.
Miriam Makeba
è scomparsa il 9 novembre 2008 in Italia, a Castel Volturno (Caserta), dopo essersi esibita al concerto organizzato contro la camorra e il razzismo in sostegno dello scrittore Roberto Saviano. La bellissima voce della Makeba si è spenta nel pieno del suo impegno civile, che l’ha vista protagonista in prima persona nella lotta contro l’apartheid e la segregazione razziale in Sudafrica, suo paese d’origine.

Djibril Diop Mambéty, che ci ha lasciati dieci anni fa, continua ad essere ricordato da tutti come il cineasta poeta ribelle di tutta l’Africa.
Due personaggi simbolo di un’Africa creativa, progressista e piena di umanità in un continente di oggi purtroppo martoriato dall’interno e dall’esterno da conflitti, saccheggi, dittature e colpi di stato.

Le Ultime Carovane 2009 iniziano con l’immancabile FESTAFRICA:  al concerto partecipano tre formazioni musicali: Wasis Diop dal Senegal, Mouna Amari dalla Tunisia e Dobet Gnahoré dalla Costa d’Avorio.

La seconda parte del programma è intitolata INCONTRARE L’AFRICA.
Nella prima serata in programma uno dei classici del cinema africano, Amok! del marocchino Souheil Ben Barka con un cast di eccezione: Miriam Makeba, Douta Seck, Robert Lionsol e Richard Harrison con una colonna sonora firmata dalla stessa Miriam Makeba. Una rara occasione per vedere questo film simbolo della lotta anti-apartheid degli anni ottanta che ha democratizzato il Sudafrica.
La seconda serata è dedicata alla Guinea, la proiezione di Il va pleuvoir sur Conakry di Cheikh Fantamady Camara ci introdurrà ad una riflessione sulla situazione attuale e il futuro di questo paese africano, dove Miriam Makeba ha vissuto per più di dieci anni dopo essere stata costretta all’esilio dal regime dell’apartheid.
Terzo ed ultimo appuntamento di Incontrare l’Africa è una serata omaggio a Djibril Diop Mambéty a dieci anni dalla sua morte. In programma la proiezione della copia restaurata dalla World Cinema Foundation di Martin Scorsese del film Touki Bouki, capolavoro di questo importante cineasta del continente che continua ad essere ricordato come il poeta ribelle del cinema africano.

  • Milano, 3-8 aprile 2009

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.