Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

A Minori presentazione del progetto di recupero della Villa Romana


A Minori presentazione del progetto di recupero della Villa Romana
10/09/2009, 16:09


Il GustaMinori si ferma per un giorno, lasciando spazio, nell’ottica di una politi­ca di collaborazione con gli altri comuni della Costa d’Amalfi, al Memoria Day in programma a Scala
. Le iniziative della kermesse settembrina, riprenderanno sabato 12 e domenica 13 con l’apertura delle vie dell’arte e del palato. In attesa dell’inaugurazione della nuova edizione del GustaMinori dedicata all’Antica Roma, gli organizza­tori dell’evento e la giuria del Premio di Letteratura Enogastronomica pre­sieduta da Tullio Gregory, insieme con la cittadinanza parteciperanno doma­ni, venerdì 11 settembre alle ore 11.30,al Consiglio Comunale indetto in se­duta straordinaria presso gli scavi della Villa Marittima Romana di Minori ed a cui parteciperanno l’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici, Demanio, Pa­trimonio e Beni Culturali On. Oberdan Forlenza, il Soprintendente ai Beni Ar­cheologici di Salerno, Avellino, Benevento Dott.ssa Maria Luisa Nava e il Se­natore Diana De Feo membro della 7ª Commissione permanente Istruzione pubblica e Beni Culturali del Senato.
L’Amministrazione Comunale ha inteso in questo modo portare nel cuore ar­cheologico della città la discussione sul progetto di salvaguardia e di rilan­cio del sito archeologico, un progetto che vede il coinvolgimento , il confronto e l’impegno di tutti gli enti che parteciperanno alla seduta consiliare.
Il progetto che si andrà a presentare parte innanzitutto dal restauro e ripristi­no della Villa bisognosa di interventi strutturali importanti ed urgenti, ma investe anche sul futuro puntando a fare del sito un elemento portante per lo sviluppo di quel turismo culturale che rappresenta una scelta strategica fon­damentale nel nuovo corso intrapreso dall’Amministrazione Comunale.
Tra gli obiettivi dichiarati vi è infatti quello di ricollocare la Villa Marittima Ro­mana nei percorsi archeologici della Campania per farne un vero attrattore di rilievo nel panorama nazionale , segnando anche una linea di continuità storica con le recenti scoperte similari di Amalfi, Tramonti e Positano.
“L’auspicio è che l’occasione conduca presto ad una intesa vera e sostanziale tra gli enti - spiega il sindaco di Minori Andrea Reale - in modo che questo pa­trimonio, a cui si lega l’intera storia cittadina possa tornare ad essere fruibile e conosciuto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©