Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L'evento presentato alla Provincia

A Minori rivive l'Antica Roma


A Minori rivive l'Antica Roma
09/09/2009, 09:09


Due vie, quella dell’arte e del palato, ed un melange di musica, prosa, spettacolo, tradizioni, profumi e sapori. Questi sono i Giorni del GustaMinori, la kermesse cultural gastronomica che da giovedì 10 set­tembre animerà questo secondo week-end settembrino con un’inedita celebrazione dell’Impero Romano in coincidenza con le Idi di settembre. L’evento è stato presentato ieri mattina presso la Sala Giunta della Provincia di Salerno, dal Presidente Ed­mondo Cirielli, dall’amministratore dell’Ept Marisa Prearo e dal sindaco di Minori Andrea Reale. “Il gusta Minori è per la Provincia un evento di qualità – ha detto il presidente Emondo Cirielli – Si tratta di un evento di punta della Costiera che piace e sul quale abbiamo deciso di puntare insieme con altre poche iniziative in linea con gli impegni assunti in campagna elettorale che era quelli di un’attenzione particolare alla qualità Bene ha fatto Alberico Gambino, che è il principale referente per il turismo della Provincia, a indicare questa manifestazione tra quelle meritevoli di attenzione perché capace di esaltare il senso di appartenenza valorizzando la tradizione locale. Aspetti questi che rappresentano la nuova frontiera del fare turismo”. A esaltare l’iniziativa, quest’anno dedicata all’antica Roma, anche l’amministratore dell’Ept Marisa Prea­ro, per la quale il GustaMinori è una iniziativa meritevole che la Regione Campania “sostiene con convin­zione”. “Il soggiorno – ha detto la Prearo, dopo aver apprezzato il discorso del Presidente Cirielli - rappre­senta per i viaggiatori un’esperienza memorabile. E GustaMinori, contestualizzato al suo ambiente, è tutto questo. Solo suscitando emozioni si può essere competitivi”. “Dedicare l’edizione 2009 all’Antica Roma significa inaugurare quel progetto di turismo archeologico di cui Minori ha bisogno in sinergia con gli altri comuni che vantano la presenza di domus – ha detto il sindaco di Minori, Andrea Reale – Il sito di Minori va collegato ad un circuito con altri grandi attrattori e per questo provocatoriamente venerdì mattina abbiamo convocato un consiglio comunale straordinario nel peristilio della villa dove verrà presentato un progetto di valorizzazione e recupero del complesso”.
“GustaMinori è prima di tutto produzione, per questo ha dei costi elevati – ha spiegato il presidente del GustaMinori, Antonio Porpora – Non compriamo e rivendiamo eventi, ma produciamo direttamente cul­tura, teatro, spettacolo e gastronomia. Siamo gli unici a fare produzione e quest’anno abbiamo inteso dare un segnale importante esaltando l’appartenenza e facendo rivivere l’otium e il negotium ai tempi dell’Impero”.
A esaltare il Premio di Letteratura Enogastronomica, contenuto all’interno del GustaMinori, c’ha pensato invece l’ideatore e segretario della giuria del Premio, Giuseppe Liuccio, che ha sottolineato come l’evento nell’evento sia cresciuto in questi anni al punto da attirare l’attenzione di importanti case editrici nazionali. Il percorso gastronomico del GustaMinori è stato invece illustrato dal presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, Ezio Falcone, che come sempre ne firma la consulenza.
Si inizia domani con la riunione della Giuria presieduta da Tullio Gregory che sceglierà i vincitori del Pre­mio di Letteratura Enogastronomica e poi in serata la presentazione del nuovo libro di ricette di Salvatore De Riso, edito dalla Rizzoli e in libreria dai primi di novembre. Dal titolo “Dolci di Famiglia”, la nuova fati­ca del maestro pasticciere, composta da ben 255 pagine (il costo del libro è di 26 euro), verrà presentata domani (mercoledì 9 settembre) in anteprima nazionale proprio nella sua città, Minori, nell'ambito dell'evento “GustaMinori” presso la suggestiva piazzetta Cantilena, a pochi passi dal suo elegante pun­to vendita. A presentare l’ultimo libro, in fase di stampa ad un anno esatto dall’uscita de “I Dolci del Sole” autentico successo con le ben otto ristampe finora prodotte da Rizzoli, sarà Giuseppe Bigazzi, col sinda­co di Minori, Andrea Reale, il presidente del GustaMinori Corporation, Antonio Porpora, i componenti della giuria del Premio di Letteratura Enogastronomica (Tullio Gregory, Lidia Ravera, Maria Concetta Mattei, Gualtiero Marchesi, Luca Maroni, Giuseppe Liuccio e Ezio Falcone), e i giornalisti Carmen Davolo e Mario Amodio.
Sabato e domenica, invece, arte e teatro, sonorità e giochi, lauti banchetti e intriganti sinuosità caratteriz­zeranno la nuova edizione del GustaMinori in programma fino 13 settembre in Costa d’Amalfi. Per le Idi di settembre, la città del gusto, antica Reghinna Minor, celebrerà l’impero Romano tra percorsi artistici e vie del palato. Perché far rivivere le gesta epiche della Roma antica significa far ripulsare il cuore della Villa Romana nella quale un benestante patrizio usava trascorrere le sue giornate nell'otium.
E proprio gli scavi della Villa saranno location di una delle quattro scene a cui hanno lavorato intensamen­te la regista Lucia Amato e il direttore artistico Gerardo Buonocore. Tutte allestite con coinvolgente musi­ca dal vivo, coreografie di ballo ed esibizioni degli attori, le scene saranno ripetute più volte nel corso della serata per una fruizione continua dell'evento da parte del pubblico.
Per due notti (GustaMinori si fermerà venerdì 11 settembre per far spazio alla serata finale di Scala Incon­tra New York in un’ottica di collaborazione con i comuni della Costiera Amalfitana) prenderà forma il mito di Roma con la sua quotidianità e la sua gloria. Mentre lungo le vie del palato sarà possibile gustare por­tate che richiamano i fati dell’Antica Roma. Panem et condimentum, ricci di Minori al garum, lagane e ceci, porchetta di Ariccia con scarola, capperi e olive, neve condita, torta Rheginna Minor, uva fresca. Il tutto innaffiato da vino, immancabile nettare nell’otium dei ninfei. Per accedere al percorso artistico e ga­stronomico è necessario ritirare il ticket al banco dell'organizzazione.
All’interno del GustaMinori anche quest’anno, il Premio di Letteratura Enogastronomia "Minori, Costa d'A­malfi", giunto alla sua ottava edizione. L’iniziativa, unica in Italia nel suo genere, intende valorizzare la produzione libraria (narrativa, saggistica, storia) su uno dei settori strategici dell'offerta turistica. È il fiore all'occhiello della originale kermesse (arte, gastronomia, spettacolo), che, nella seconda settimana di set­tembre, accende i riflettori dell'interesse nazionale sulla graziosa cittadina della Costiera Amalfitana e la inserisce nel circuito dei grandi appuntamenti di fine estate. Giunto, quest'anno, all'ottava edizione, si è ritagliato un suo spazio prestigioso negli eventi nazionali nel segno della cultura. La Giuria di qualità asse­gna tre premi, scegliendo tra centinaia di testi di autori di tutta Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©