Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Napoli "Euro-MED Conference on Biotechnology in Agrofood"


A Napoli 'Euro-MED Conference on Biotechnology in Agrofood'
25/10/2012, 10:55

Il 29 ottobre pv, dalle ore 9.30 presso la Sala Parlamentinodella Camera di Commercio di Napoli, si terrà la “Euro-MED Conference on Biotechnology in Agrofood” (per ulteriori info e registrazione: http://www.technapoli.it - matarese@technapoli.it).

Obiettivo è di affrontare interessi e criticità comuni nell’ambito delle biotecnologie applicate all’agro-industria, al fine di strutturare ed organizzare i rapporti tra i maggiori attori del bacino, identificando temi di interesse comune e promuovendo azioni congiunte.

Alla conferenza, che sarà introdotta dal Vice-Presidente Vicario della Camera di Commercio di Napoli, Luigi Iavarone, dal Presidente di Confindustria Campania, Giorgio Fiore e dall’Assessore Regionale all’Università e Ricerca Scientifica, Guido Trombetti, parteciperanno, tra gli altri, Mario Bonaccorso di Assobiotec, nonché centri di ricerca ed imprese campane aderenti al costituendo distretto biotech “CampaniaBioScience” che si confronteranno con rappresentanti di bioregions italiane (Sicilia, Sardegna, Lombardia) e dell’area Mediterranea (Spagna, Israele, Tunisia).

Le lingue dell’evento sono l’italiano e l’inglese. Sarà comunque disponibile il servizio di traduzione simultanea.

Altro obiettivo dell’evento è di illustrare lo stato d’avanzamento del percorso che sta portando alla costituzione del distretto biotech campano, denominato “Campania Bioscience”, cui hanno contribuito centri di ricerca ed imprese campane, con il coordinamento scientifico di Bioteknet ScpA.

Da evidenziare il ruolo svolto da Confindustria Campania sia come  “aggregatore” dei centri di ricerca e delle aziende che  nella definizione del modello di governance del Distretto.   

Inoltre, il distretto biotech campano, tramite l’intensa attività di networking nazionale ed internazionale svolta dalla Camera di Commercio di Napoli tramite il Consorzio Technapoli, è già da tempo integrato nella rete e nelle azioni dei bioparchi italiani nell’ambito dell’APSTI (Associazione PST Italiani), nel sistema degli attori biotech nazionali nell’ambito di Assobiotec, e nella rete europea del Consiglio Europeo delle Regioni Biotech, il CEBR. Dal 2009, infatti, Technapoli partecipa attivamente ai lavori del network Italian BioParks, il cui fine è di realizzare collaborazioni stabili tra bioregions italiane, sviluppando sinergie a livello nazionale e presentarsi all’estero come “sistema”. Dal 2010 Technapoli è anche membro del CEBR (Consiglio Europeo delle BioRegions), nel cui ambito sta svolgendo una serie di azioni di networking finalizzate a promuovere Campania Bioscience in un contesto internazionale e creare una rete di rapporti con altre bioregions europee, con particolare riferimento alle emerging bioregions ed all’area mediterranea.

 

Il bacino Euro-Mediterraneo rappresenta, infatti, per il territorio campano una potenziale area di dialogo e di condivisione che può portare allo scambio di cultura ed alla promozione di azioni congiunte che favoriscano contemporaneamente il maggiore sviluppo economico dell’area e un sistema di dialogo più organizzato con l’Europa centrale.

Nel campo delle biotecnologie applicate al settore agro-alimentare sono molti i contatti già esistenti nell’area che però essendo disgiunti e disorganizzati limitano la loro efficacia in termini di ricadute positive sull’intero bacino. Un sistema di sinergie organizzate e strutturate favorirebbe invece un dialogo più efficace sia all’interno dell’area Euro-Mediterranea sia verso l’Europa centro-nord dove peraltro esistono già delle reti che escludono appunto il fronte Mediterraneo.

In questo contesto, il territorio campano può porsi l’obiettivo di diventare promotore di questo dialogo sinergico diventando un interlocutore privilegiato e una delle potenziali “porte Europee” per il bacino Mediterraneo verso l’Europa.

Infine, tra gli obiettivi della conferenza si evidenzia anche quello di avviare un’azione sinergica del bacino Euro-Mediterraneo, laddove vi siano interessi e criticità condivise, verso Expo 2015 Milano.

 

 

AGENDA

    Morning Session

9,00        Registration and coffee

9,30        Welcome –  Luigi Iavarone, Deputy Vice-President, Camera di Commercio di Napoli

10,00     Introduction to the conference

Giorgio Fiore, President , Confindustria Campania

                Guido Trombetti, University & Research Councillor, Regione Campania

10,40     Bioeconomy in Europe - Mario Bonaccorso, ASSOBIOTEC

11,10     Biotechnology in Agro-industry – state of the art and challenges in the Euro- MED area

                Research and Bioregions Presentations

                Campania Bioscience at the starting line - Amleto D’Agostino, Bioteknet ScpA - Campania Bioscience

Innovation cluster in the agrofood sector – Gianluca Carenzo, Parco Tecnologico Padano

Biotechnology in Traditional sectors, knowledge and tech transfer in Mallorca- Pep Lluís Pons Hinojosa, Bioib, Clúster biotecnològic I biomèdic de les Illes Balears (Spagna)

Biotechnology for Citrus health and quality in the Euro-MED area – Alessandro Lombardo, Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia    

The NegevDesertas an AgroBiotech hub. Turning Science fiction to reality - Shai Yarkoni, BIONEGEV (Israele)

12,45     Discussion and Conclusions

13,00     Lunch Time

 

Afternoon Session

14,00     Biotechnology in Food – state of the art and challenges in the Euro-MED area

                Research and Bioregions Presentations

Campania Bioscience: the biotech as an opportunity for the olive oil industry - Elena De Marco, Gruppo Oleifici Mataluni – Campania Bioscience

Nutrigenomics and Food Industry - Luigi Greco  – Università degli Studi diNapoli “Federico II” - Campania Bioscience

Biomarker discovery and biotechnologies for food, agriculture and fisheries – Sergio Uzzau, Porto Conte Ricerche - Parco Scientifico e Tecnologico della Sardegna

Biotechnology approaches for veterinary vaccine development - Héla Kallel, Institut Pasteur de Tunis

15,20     Discussion

15,50     Meeting Close

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©