Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Conferenza della Scuola Internazionale Rosa Croce d'oro

A Napoli la conferenza "I 'rifiuti' dell'essere"


A Napoli la conferenza 'I 'rifiuti' dell'essere'
09/02/2010, 12:02


NAPOLI - Mercoledì 10 Febbraio alle ore 20 al Centro Bioedile di Napoli (vico S. Pietro a Majella 6 - entrata da Piazza Bellini, dal cortile del palazzo al n°6) la Scuola Internazionale della Rosa Croce d'Oro terrà una conferenza dal titolo “I rifiuti dell'essere – l'uomo e la distruzione del suo ambiente vitale”. Il Lectorium Rosicrucianum, presente a Napoli da oltre 20 anni, vuole invitare ad una riflessione più ampia sul “rifiuto”, non considerato solo nella sua dimensione di scarto delle più svariate attività di produzione umana. Esistono dei rifiuti per i quali non è previsto alcun mezzo di riciclaggio in quanto si sottraggono ad ogni senso codificato: sono le macerie che si generano quando l’uomo e, con esso l’intera società, diventano sordi ad un richiamo interiore e, ritenendosi i soli padroni della terra, ne utilizzano in modo sconsiderato, le risorse, asservendole a fini unicamente utilitaristici. Fatti di cronaca di estremo rilievo (come la grave emergenza rifiuti vissuta dalla nostra città) o input dal mondo culturale e artistico (come il documentario “Una scomoda verità” voluto dall'ex vice presidente degli Stati Uniti Al Gore o lo stesso campione di incassi “Avatar” di James Cameron) sono alcuni degli spunti che portano a riflettere sui problemi della globalizzazione, sull'incapacità umana di preservare il proprio habitat e sulle proposte e iniziative per “salvare” il salvabile. Lo smaltimento dei rifiuti non è che uno dei problemi ereditati dalla globalizzazione che investono l'intera umanità. Veniamo ogni giorno a conoscenza di catastrofi che mettono in pericolo il futuro della vita sul nostro pianeta e talvolta ci interroghiamo sulle possibilità di sopravvivenza delle prossime generazioni e persino della nostra. In tanti riflettono seriamente su questa situazione e si chiedono se esista ancora una via d'uscita cercandone le cause e proponendo possibili soluzioni. Si moltiplicano così le iniziative per liberare il mondo e l’umanità da questa situazione quasi disperata. Molti sono attivi a livello politico, altri svolgono attività umanitarie, tutti presentano le loro proposte, sia teoriche che pratiche. Riflettere su queste tematiche e su questo “scarto dimenticato” in quanto rifiutato, sarà il tema centrale della serata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©