Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Una iscrizione conferma la data

A Pompei trovata la prova: l'eruzione avvenne il 24 ottobre del 79 a.C.


A Pompei trovata la prova: l'eruzione avvenne il 24 ottobre del 79 a.C.
16/10/2018, 10:31

POMPEI - Quando si parla dell'eruzione del Vesuvio del 79 a.C., quella che devastò e seppellì Ercolano e Pompei, resta storicamente un dubbio: avvenne il 24 agosto o il 24 ottobre? La risposta arriva dal muro di una villa, recentemente riportata alla luce (la "Casa del Giardino"). Era una villa con una stanza in ristrutturazione, al momento dell'eruzione. E su una delle pareti è scritta la data "sedicesimo giorno prima delle calende di novembre", secondo l'uso romano di indicare la data con riferimento alla successiva data fissa, calenda (primo del mese), none (il 7 o il 9 del mese) e idi (13 o 15 del mese). E il sedicesimo giorno prima delle calende di novembre è il 17 ottobre. Quindi il 24 agosto era superato. E non si tratta certamente di una iscrizione vecchia di anni: il carboncino è volatile, può durare qualche settimana. Non di più. Quindi sicuramente l'eruzione è avvenuta il 24 ottobre. 

Per quanto riguarda la Casa con Giardino, ovviamente è tutta da restaurare. Però sui muri si sono conservati molti affreschi e frasi (a volte oscene, come nella tradizione romana) che ora andranno fatti tornare alla luce. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©