Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

A Scala attesa per il concerto di Fiorella Mannoia


A Scala attesa per il concerto di Fiorella Mannoia
10/09/2009, 13:09


Saranno le canzoni di Fiorella Mannoia a diffondere e veicolare, dal paese più antico del­la Costiera Amalfitana, anche attraverso le note e le parole, il messaggio di pace e di fratel­lanza tra i popoli. Un messaggio che parte proprio dalla Divina e si diffonde in tutto il mon­do, attraverso la manifestazione “Scala incontra New York” che è diventata il vero e proprio collante tra le diverse culture, civiltà e religioni del mondo. E la cantante, anche per il suo impegno civile, è stata scelta come testimonial nella serata clou dell’evento, che sarà presentata da Paola Saluzzi e si terrà domani, venerdì 11 settembre, in Piazza Mu­nicipio.  Sull’imponente palcoscenico, la cui scenografica è stata realizzata a Cinecittà e vuole testimoniare l’amicizia e l’afflato tra i mastodontici grattacieli della “Grande Mela” e il pae­saggio del comprensorio amalfitano, l’interprete romana, alle 21 e 30 (ingresso libero) sotto la direzione musicale di Luca Scarpa, canterà brani tratti dal suo ultimo lavoro “Il movi­mento del dare” e non mancheranno neppure i suoi storici successi oltre che interpreta­zioni inedite.
Insomma un’esibizione che si preannuncia, già da ora, unica nel suo genere, non solo per il valore artistico ma anche per i significati che saranno legati a ciascuna canzone del reperto­rio della Mannoia. Perché la perfomance della cantante concluderà una giornata densa di emozioni e di contenuti, il cui unico, comune denominatore sarà, appunto, quello della Pa­ce, partendo proprio dalla triste e ferale data dell’11 settembre 2001, per ricordare le vittime innocenti degli attacchi terroristici, che culminarono con il crollo delle Torri Gemelle.
Il Memorial Day, infatti, comincia alle ore 20, con la videoproiezione, nel Duomo di San Lorenzo, del reportage “9/11 Dust Memories”, a cura di Roberto Olla, del Tg1 Storia e a seguire gli interventi degli ospiti. Alle ore 21, in Piazza Municipio, la deposizione della corona, con il picchetto d’onore, lo sparo degli undici colpi a salve e l’esecuzione degli inni nazionali statunitense e italiano. A presenziare alla cerimonia ci saranno numerose perso­nalità del mondo politico nazionale, regionale e provinciale, tra cui il Sottosegretario Nico­la Consentino, il Presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, e l’ambascia­tore d'Italia a Washington, Giovanni Castellaneta e il console degli Stati Uniti, J. Pa­trick Truhn.
La “Rinascita”, che ha caratterizzato la nuova edizione dell’evento, si è proposta come un grido di speranza dopo trasformazioni e cambiamenti radicali registrati alla luce della crisi economica globale che ha sconvolto l’ultimo biennio. Ma è soprattutto un auspicio che parte dalla comunità di Scala, così generosamente a lavoro da anni per la realizzazione di un e­vento che ha caratterizzato il periodo estivo di tutta la Regione Campania con respiro nazio­nale e internazionale. Già, perché “Scala incontra New York” è ormai una realtà che non illumina solo la Costiera Amalfitana. La rassegna di eventi, anche quest’anno, attraver­so la memoria, ha segnato nuovi percorsi per il futuro con la consapevolezza del passato, i piedi nel presente e uno sguardo di speranza per l’avvenire.
La manifestazione, che è nata intorno all’inaugurazione del primo monumento dedicato alla memoria delle vittime di quel terribile 11 settembre 2001 a New York, opera dell’arti­sta Silvio Amelio e ora posto in maniera stabile in Piazza Municipio, ha proposto per un mese una serie di appuntamenti spalmati tra i sei percorsi (cultura, tradizione, arte, memo­ria, spettacolo e ospitalità) che hanno caratterizzato la nuova edizione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©