Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Sorrento il ciclo di incontri Diventare nazione. Storia e controstoria del Risorgimento Italiano"


A Sorrento il ciclo di incontri Diventare nazione. Storia e controstoria del Risorgimento Italiano'
17/01/2011, 16:01

Tre mesi di eventi, tra cinema, teatro, musica e arti. E poi convegni e seminari con storici, economisti e ricercatori, incontri con studenti e docenti, premiazioni, mostre e cineforum.
Un ricco programma, quello promosso da Comune di Sorrento, teatro Tasso, associazione Torquato Tasso e circolo Endas penisola sorrentina, in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.
Il ciclo di iniziative, dal titolo "Diventare nazione. Storia e controstoria del Risorgimento Italiano", è stato presentato stamane alla stampa.
Presenti il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sant'Agnello, Giuseppe Gargiulo, il consigliere delegato alla Pubblica Istruzione del Comune di Sorrento, Maria Teresa De Angelis, Antonio Volpe, componente del comitato organizzatore, Giuseppina Scognamiglio, docente di Letteratura teatrale all'Università degli Studi di Napoli Federico II e responsabile della sezione musica e teatro del comitato scientifico, il direttore de L’Informatore Scolastico, Vincenzo Califano e il responsabile di Esperimento 20, Benedetto Di Meglio.
La manifestazione, patrocinata dall'Ufficio Scolastico Regionale della Campania e dall'assessorato al Turismo della provincia di Napoli, ha ricevuto l'adesione del ministro per la Gioventù, Giorgia Meloni, che ha annunciato la sua partecipazione all’evento conclusivo, in programma il 21 marzo.
La data inaugurale è invece quella del 10 gennaio, con la messa in scena, al teatro Tasso, di “Francesca e l'eroe”, con Patrizia Camatel: uno spettacolo teatrale, messo in scena dalla compagnia Casa degli Alfieri, per la regìa di Luciano Nattino, che narra la vicenda di Francesca Armosino, terza moglie di Garibaldi.
Nutrita la sezione dedicata al cinema, che prevede la proiezione di una decina di pellicole che saranno presentate ed analizzate da critici cinematografici con la partecipazione dei registi, degli sceneggiatori e dei consulenti storici che hanno collaborato alla loro produzione. Tra gli ospiti, Carlo Lizzani, Luigi Magni, Paolo e Vittorio Taviani, Mario Martone e Pasquale Squitieri, al quale sarà consegnato il Premio Città di Sorrento alla carriera.
La sezione seminari vedrà invece l'intervento di numerosi studiosi italiani e stranieri, da Edoardo Bressan a Christopher Duggan, da Marcella Marmo ad Annita Garibaldi ad Antonella Grippo. Tra i giornalisti, Pino Aprile, Lorenzo Del Boca e Gigi Di Fiore.
“Si tratta di grande ed ambizioso evento culturale, che già nel titolo racchiude la sua finalità – spiega il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo – Diventare nazione significa infatti continuare un cammino verso una vera unità, i cui protagonisti devono essere i giovani. Per questo ci auguriamo una grande partecipazione di studenti, ma anche di tanti cittadini, di tutta la costiera sorrentina e di molte persone anziane, testimoni e custodi della nostra storia recente. Perché, per essere nazione, è necessaria una profonda svolta culturale, alla quale devono concorrere scuola e istituzioni”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©