Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Inaugurazione mercoledì 12 al Teatro Armida

A Sorrento la personale di Enzo Sensibile: Che Figura!!!

Capacità cromatica e di luce nei suoi dipinti

A Sorrento la personale di Enzo Sensibile:  Che Figura!!!
10/09/2012, 21:28

SORRENTO- Sarà inaugurata mercoledì presso il Teatro Armida di Sorrento alle 19,30 e rimarrà aperta al pubblico sino al 30 settembre la personale di Enzo Sensibile artista che da anni sviluppa la sua ricerca sulla figurazione ed in questa mostra espone una quarantina di opere recenti. Il critico Gianni Nappa, che  presenterà la personale dell’artista, in merito ad i suoi lavori ha dichiarato: “Ho sempre visto nelle sue opere una grande e naturale capacità cromatica e di luce, che negli ultimi anni, diventa essenza di cromia che nella figura e nella sua voglia di sperimentarne un superamento in chiave conoscitiva, determinano un nuovo status di essenzialità formale, recuperano le esperienze della figurazione italiana dei primi anni trenta, con un tributo indiretto ad artisti come Sironi e quanti hanno superato l’accademismo e la pittura patinata da copertina retrò. A guardare la sua produzione ultima, non si può che restare attratti da una forza espressiva che proprio la sintesi regala alle sue figure senza identità e dove la precisa affermazione anatomica del disegno, supporta la stesura corposa e impregnata di passionale scoperta, verso una lettura coinvolgente del dato storico e allo stesso tempo la determinata ricerca di un superamento del proprio fare, che Sensibile dimostra di saper realizzare soprattutto con l’amore che lo lega non al suo fare, ma alla pittura.La mostra allestita dopo un periodi di fermo espositivo dell’artista, mette insieme una quarantina di opere che vogliono rappresentare la grande ricerca, anche nelle differenti “visioni” che Sensibile presenta, e dove la figura è senza paesaggio di sfondo, e il tempo non si connota come cifra di lettura, ma è sorprendente per la sua grande maestria pittorica, nel saper cogliere dati di luce ed intimismo rappresentativo che presentano anche l’anima romantica di questo artista che si contrappone, nella semplicità della rappresentazione degli umori e i momenti di intimo rapporto di vita, ad una attualità artistica che sceglie la via del becero e di una facile suggestione. Invece, nella vita di tutti i giorni ci sono le gioie e le sofferenze, c’è l’amore e il sentimento, le cose semplici che Sensibile vive e trasporta nella sua visione di artista; un artista, appunto, ma soprattutto, un pittore”.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©