Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

A Stresa l’anteprima italiana del JazzAscona Festival


A Stresa l’anteprima italiana del JazzAscona Festival
21/06/2011, 09:06

Per la quinta volta, la Città di Stresa ospiterà l’anteprima italiana del JazzAscona Festival, uno dei più importanti festival mondiali dedicato agli stili storici del jazz, in programma dal 23 giugno al 3 luglio ad Ascona, in Canton Ticino. L’anteprima avrà luogo mercoledì 22 giugno, a partire dalle 19, nelle strade e nelle piazze di Stresa e presenterà cinque band (in caso di maltempo l' evento si svolgerà al Palazzo dei Congressi). Concerti sempre e tutti GRATUITI.
PROGRAMMA:

Junior Dixieland Band
Stile: Dixieland
Provenienza: Czech Republic
Band: Kolárová Štepánka, trumpet / Hégr Tomáš, trumpet / Bartoš Vojtech, tenor sax Buriza Tomáš, tenor sax & clarinet / Pták Vojtech, trombone / Smrcka Bedrich, sousa Ryšánková Adéla, bass / Srb Tomáš, banjo / Ulcová Bára, banjo / Ryšánek David, percussion / Vithová Anastázie, vocals, violin
La Junior Dixieland è probabilmente una delle più giovani jazz band del mondo. È composta da una decina di giovani fra i 12 e i 20 anni della scuola di musica di Mariánské Lázne, città termale della Bohemia occidentale. La band è apprezzata oltre i confini nazionali per l'entusiasmo e la carica con cui interpretano il repertorio dixieland.
Concerto: 19.30 - 21.00 in PIAZZA POSSI
Sott Burg Jazz Band
Stile: Traditional / Dixieland
Band: Alberto Maceroni, sassofoni e clarinetto / Daniele Zulliger, clarinetto e clarinetto basso, Giorgio Cereghetti, sassofoni e clarinetto / Graziano Aiani, basso tuba e trombone, Andreas Gubser, pianoforte / Flavio Molteni, banjo / Claudio Brunelli, washboard

Nel 1982 qualcosa di insolito scosse il tranquillo quartiere bellinzonese di Via Codeborgo, denominato un tempo "Sottburg". Si sentì per la prima volta riecheggiare una musica che proveniva da oltre oceano e più precisamente da New Orleans. Ma che cosa era successo? Alcuni appassionati di jazz avevano creato una band che prese proprio il nome di "Sott Burg Jazz Band". La formazione cercava di adattarsi agli archetipi del vecchio Jazz. Quindi, oltre ai tre fiati (sassofono soprano, clarinetto, e sassofono tenore), si poteva ascoltare la parte ritmica composta da pianoforte, basso tuba, banjo e washboard, caratteristico asse da lavare con l'aggiunta di vari accessori secondo la fantasia del musicista. Da subito la band ha rivolto la sua attenzione al genere musicale suonato nella città del Delta agli inizi del novecento, ispirandosi a brani composti da L.Armstrong, J.Dodds, K.Ory, J.R.Morton, K.Oliver, J.Noone e altri ancora. Cercando di mantenere, dove era possibile, le caratteristiche del repertorio di questi musicisti, il gruppo non ha mai voluto allontanarsi da quello stile semplice e pieno di carica vitale, anche per non "imitare" le varie band che allora componevano il panorama musicale ticinese.
Concerto: 20.00 - 21.30 in PIAZZA CADORNA

Chicago Stompers
Stile: Traditional / Swing
Band: Celeste Castelnovo, lead vocals / Giulia Larghi, Violin, Strohviolin, vocal / Corrado Tosetti, trumpet, cornet / Veronica Santagostino Baldi, tenor sax, clarinet, ukulele, vocals / Giovanni Libonati, alto sax/clarinet / Giorgio Gallina, trombone, violin, ukulele / Mauro Porro, piano, clarinet, soprano/alto/c-melody/bass sax, cornet, vocals, arr. / Dario Lavizzari, banjo/guitar/piano/washboard / Paolo Vanzulli, tuba, string bass, drums / Alessandro Rossi, drums, percussions, celesta

Dopo il successo dello scorso anno ritornano i Chicago Stompers, vincitori del « Prix du Public » della 26esima edizione di JazzAscona. Complesso italiano molto giovane, ad ogni esibizione ricrea le atmosfere delle orchestre statunitensi attive negli anni '20 e ‘30. Altra particolarità che rende unica questa "hot jazz" band è l'uso di strumenti vintage ed inusuali, tra cui il clarinetto di metallo ed il "c-melody sax", per citarne alcuni. La loro abilità nel riprodurre con grande entusiasmo sia brani classici sia brani meno noti, la loro attenzione per l'estetica (dress code categoricamente anni '20: smoking per gli uomini e vestiti tematici per le componenti femminili), per le coreografie e per la presentazione (immancabili microfono, stand e leggii tipici dell'epoca a cui s'ispirano) rendono i Chicago Stompers un vero e proprio must per gli amanti della buona musica e della moda retrò.
Concerto: 21.30 - 23.00 in PIAZZA POSSI

Christian Meyer & Color Swing Trio
Stile: Swing
Band: Christian Meyer, drums / Paolo Alderighi, piano / Alfredo Ferrario, clarinet

Christian Meyer è sicuramente uno dei batteristi più amati e apprezzati dal pubblico italiano; un esempio da imitare per tanti colleghi e un vero e proprio mito per centinaia di ragazzi che da poco hanno iniziato a suonare la batteria. Popolare soprattutto come membro della band Elio e Le Storie Tese, Meyer ha però un background ampissimo. La sua passione per il jazz, le sue esperienze nel genere Dixieland e il suo sorprendente senso del ritmo, che gli permette di spaziare con impressionante facilità tra più generi, sono gli elementi chiave della sua personalità artistica. A 360 gradi la lista delle collaborazioni: dal pop (con Elio e Le Storie Tese, con la quale ha vinto anche MTV Award nel 1999 come miglior gruppo italiano, a Mina ed Amii Stewart), alla musica brasiliana, al jazz, con Rava, Fresu, Bob Mintzer, Billy Cobham e tantissimi altri. Affiancato da Alfredo Ferrario al clarinetto e dal giovane e già affermatissimo pianista Paolo Alderighi, ad Ascona Meyer torna agli amori di sempre, il jazz, e in particolare quello classico, con un programma dedicato a Benny Goodman.
Concerto: 22.00 - 23.30 in PIAZZA CADORNA


Ambrosia Brass Band
Stile: Brass Band
Band: Marcello Noia, tenor sax / Francesco Licitra, tenor sax / Luca Calabrese, trumpet / Giancarlo Mariani, trumpet / Rudy Migliardi, trombone / Fiorenzo Gualandris, tuba / Marco Castiglioni, snare drum / Walter Ganda, bass drum / Fabio KoRyu Calabrò, grand marshall
Fondata a Milano nel 1981, l'Ambrosia è ormai un'istituzione presso tutti gli appassionati di jazz: la prima Brass Band italiana, ma soprattutto l'unica ad eseguire concerti di due ore e a portare la tipica atmosfera delle street parades in ogni genere di manifestazione attraverso l'intera Europa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©