Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Taormina la 15° edizione della Geocap Conference


A Taormina la 15° edizione della Geocap Conference
17/11/2009, 12:11


ROMA - Quattrocento esperti, in rappresentanza dei 27 Stati Membri della Ue, faranno il punto sulle recenti innovazioni tecnologiche e sui sistemi informativi di gestione e controllo degli aiuti comunitari in agricoltura, settore in cui l’Italia, grazie ad Agea, è leader in Europa.
“È fondamentale che ogni strumento che la tecnologia ci mette a disposizione venga usato per perseguire due obiettivi imprescindibili: la trasparenza e il rigore nelle risorse di cui si parla da un lato, e il massimo della semplificazione e della riduzione degli oneri burocratici dall’altro”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia annuncia la 15° edizione della Geocap Conference, la conferenza dedicata all’utilizzo dell’informazione geografica a supporto della politica per la salvaguardia economica e ambientale dell’intero comparto agricolo europeo, che si svolgerà dal 18 al 20 novembre presso il Centro Congressi di Taormina.
“Il sistema Italia ha dimostrato di far proprio questo orientamento – ha proseguito Zaia –, come dimostra l’avvenuto pagamento dell’anticipo del 70% dei fondi PAC per il 2009 avvenuto il 16 ottobre, e come avverrà per il saldo del restante 3% a partire dal primo dicembre.”
Si tratta di un evento di grande richiamo internazionale che consentirà di fare il punto sullo stato delle attività di monitoraggio, gestione e controllo delle politiche agricole comunitarie ed in particolare sui sistemi informativi territoriali (GIS) che permettono, grazie alle tecnologie più avanzate nel campo del “remote sensing”, di garantire una corretta gestione dei contributi europei in agricoltura.
La conferenza, organizzata dall’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA) in collaborazione con la Commissione Europea, metterà a confronto circa 400 esperti in rappresentanza dei 27 Stati Membri della Ue e di quattro Paesi candidati (Turchia, Serbia, Macedonia, Croazia). Tuttavia, considerata l’importanza delle tematiche trattate, ai lavori della conferenza saranno presenti, nella qualità di osservatori commerciali, anche le delegazioni governative di Israele, Usa, Svizzera e Thailandia.
Al centro dei lavori sarà soprattutto l’utilizzo in agricoltura dei dati geografici e, in particolare, di quelli tele-rilevati sia da satellite che da aereo, campo in cui l’Italia sta consolidando la propria leadership europea grazie ad importanti innovazioni tecnologiche che consentono all’AGEA, nella sua qualità di Organismo Pagatore, di assicurare non solo una corretta erogazione dei contributi comunitari a favore degli agricoltori italiani (circa 7 miliardi di euro annui), ma di contribuire anche a realizzare un’efficace gestione di tutto il sistema agro-ambientale italiano.
Gli strumenti operativi e le banche dati gestite dalla Sin (la società cui è affidata la gestione e lo sviluppo del Sian - Sistema informativo nazionale agricolo) rappresentano, infatti, un’importante risorsa strutturale che viene sempre più utilizzata, anche in settori non agricoli, da altre Amministrazioni Pubbliche poiché consente una conoscenza più approfondita e dettagliata del territorio nazionale e pertanto è in grado di supportare tutte le politiche di programmazione, di intervento e di manutenzione del suolo.
Non a caso in questi anni sono aumentate sensibilmente le interconnessioni e gli scambi informativi tra le banche dati di Agea e quelle di altre agenzie o Enti pubblici (Agenzia del Territorio, Protezione Civile, Inps, Catasto, e altri).
Il Sian, dunque, si pone come un elemento strutturale utile per la crescita e lo sviluppo non solo del sistema agricolo nazionale ma dell’intero Sistema Italia. Ed è proprio questa caratteristica, ovvero la interoperabilità del sistema informativo agricolo, che pone l’esperienza italiana al centro delle attenzioni dei partecipanti alla 15° edizione della Geocap Conference.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©