Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

A Uno Mattina i vice campioni italiani del mondo di pasticceria


A Uno Mattina i vice campioni italiani del mondo di pasticceria
22/02/2011, 12:02

I vice campioni del mondo di pasticceria saranno ospiti domani, mercoledì 23 febbraio, a Uno Mattina, in onda su RAI Uno alle 8,45 tema, i dolci di carnevale.

La Nazionale Italiana di Pasticceria, allenata dal campione Luigi Biasetto, padovano, membro dei Relais Dessert e dal direttore tecnico Alessandro Dalmasso, formata da: Domenico Longo, di Reggio Calabria, Emanuele Forconi, di Vasto (Chieti) e Davide Comaschi, Milano si è classificata seconda alla dodicesima Coppa del Mondo di pasticceria tenutasi a Lione, al Salone Professionale della Ristorazione (Sirha).

Il campionato si svolge ogni due anni e vede in competizione maestri pasticceri provenienti da 21 Paesi: Stati Uniti, Russia, Cina, Corea del Sud, Portogallo, Italia, Spagna, Francia, Giappone, Malesia, Marocco, Messico, Regno Unito, Singapore, Taiwan, Tunisia, Uruguay, Argentina, Belgio, Brasile, Columbia. I professionisti disponevano di 10 ore per realizzare tre entremets al cioccolato, tre entremets ai frutti, dodici dessert al piatto legati tra loro attraverso le tradizioni e le tendenze del paese rappresentato, una figura in zucchero, una in cioccolato e una scultura in ghiaccio.

Sotto l’onorevole presidenza di Mitsuo Hara e Kazuari Takai, responsabili di due delle più importanti associazioni giapponesi, la giuria ha giudicato la qualità del matrimonio tra sapori e consistenze così come l’estetica e l’artistica. Il primo posto è andato alla squadra spagnola composta da Jordi Bordas Santacreu, Josep Maria Guerola e Julien Alvare.

I tre maestri pasticceri, vincitori di una selezione italiana, hanno portato in gara diverse creazioni, vere e proprie opere d'arte. Forcone si esibito con lo zucchero, Longo con il ghiaccio e Comaschi con il cioccolato.

L'Italia riusci a portare a casa il titolo mondiale nel '97. Anche la scorsa edizione si è piazzata seconda.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©