ESCLUSIVA TIFOSI SU JULIE: Ecco come sarà il San Paolo dopo i lavori per le Universiadi.

Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Ha lavorato con Maria Callas e altri grandi artisti

Addio a Carlo Bergonzi, grande tenore del Novecento

Bergonzi aveva 90 anni

Addio a Carlo Bergonzi, grande tenore del Novecento
27/07/2014, 11:19

MILANO - E’ venuto a mancare nella notte di venerdì all’istituto Auxologico di Milano il grande tenore Carlo Bergonzi. Interprete di numerosi ruoli, da Radames a Otello, e partner delle più raffinate voci liriche del Novecento, da Maria Callas a Renata Tebaldi, Bergonzi ha lavorato sotto la direzione di grandi artisti nei maggiori teatri del mondo. E’ stato l’unico ad eseguire tutte le 31 arie di Verdi.

Nato il 13 luglio 1924 a Polesine Parmense, poco distante da Villa Verdi di Sant’Agata, Bergonzi aveva da poco compiuto 90 anni. La sua carriera, durata oltre 40 anni, è iniziata nel 1947, quando all’età di 23 anni ha debuttato nel teatro parrocchiale di Varedo, vicino Milano, come baritono. In seguito capisce che quella via, su cui l’avevano avviato i suoi maestri del Conservatorio Arrigo Boito di Parma, non fa per lui e intraprende la strada del tenore. I suoi successi furono immediati e numerosi. Presto poté esibirsi alla Scala, allo Stoll Theatre di Londra e al Colon di Buenos Aires e lavorare con Renata Tebaldi, Leontyne Price e altre grandi voci della musica lirica. Nel 1981 il Metropolitan di New York organizzò anche il “Bergonzi gala” per festeggiare i 25 anni di carriera del noto artista. L’artista ha poi dato l’addio al palco nel 1995 con una serie di concerti a Vienna, New York e alla Scala. Ma nel 2000 è tornato sulla scena per rappresentare Otello. Tuttavia quella è stata l’ultima volta che è salito sul palco, salvo qualche esibizione sporadica, per dedicarsi esclusivamente all’insegnamento.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©