Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Muore il regista di 'Serpico'

Addio a Sidney Lumet


Addio a Sidney Lumet
09/04/2011, 19:04

Si è spento nella sua casa di New York, alla veneranda età di 86 anni, Sidney Lumet, il regista di Serpico e di Quel pomeriggio di un giorno da cani. I suoi gialli d’autore hanno fatto il giro del mondo. Lumet è stato sceneggiatore, attore, regista e nel corso della sua carriera ha collezionato premi di grande valore.

Con i suoi lavori, Lumet ha riportato in auge il filone dell'indagine di lusso, quello del giallo deduttivo alla Agatha Christie. Il regista ha messo in scena con grande destrezza realtà che vanno dal poliziesco al melò.

Nella tradizione hollywoodiana, Lumet si classifica fra le "simpatiche canaglie", maestro dei legal thriller a sfondo morale e dal risultato che non può essere che positivo, confermandosi di film in film spettacolare. Lumet ha riservato micidiali bordate agli eterni miti americani  mostrando nei loro retroscena ciò che non dovrebba mai venire a galla: i fantasmi, i complessi di colpa, le insufficienze, le insoddisfazioni, l'irresponsabilità, il vizio e la violenza.

Il suo ingresso nel cinema va ricollegato al film ‘La parola ai giurati’ (1957). Questo sarà ricordato come il suo capolavoro: Henry Fonda, Martin Balsam e Ed Begley Jr si immersero così nei meandri di un film serrato, intelligente e acuto, e che gli permetterà di essere nominato all'Oscar come miglior regista. Negli Anni Sessanta, la sagacia di Lumet si fece più affilata con Spirale d'odio (1972), Rapina record a New York (1972), Riflessi in un occhio scuro (1973) ; Serpico (1973), Lovin' Molly (1974), Assassinio sull'Orient Express (1974).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©