Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Canzoni virtuali, ologramma, voce digitalizzata

Addio ad Hatsune Miku, la popstar che non è mai esistita



Addio ad Hatsune Miku, la popstar che non è mai esistita
15/03/2012, 11:03

TOKYO - Quattro concerti per dare l'addio al palco, andati tutti sold out nel giro di poche ore; per evitare problemi, è stata decisa la diretta di questo addio alla musica in numerosi cinema di Hong Kong, Taiwan e Shangai. Insomma una uscita di scena in grande stile, per una popstar di eccezione. Parliamo di Hatsune Miku, la popstar che non è mai esistita. Infatti, si tratta di un personaggio virtuale: la sua voce proviene da un sofisticato computer, i testi sono scritti dai suoi fan e fatti ascoltare ai fan via Internet, che scelgono le migliori che sono quelle che vengono poi cantate nei concerti o pubblicate nei CD. E sul palco? C'è un ologramma, con una figura che sembra presa di peso da un anime (cartone animato giapponese): corporatura esile ma piena, capelli azzurrognoli e tenuti con due codini (o codoni?) che arrivano quasi fino a terra. Un ologramma che canta e balla al ritmo delle canzoni.
Hatsune è solo l'ultima di tante dive o divi virtuali, dalla cantante Kyoko Date alla conduttrice del TG Ananova alla modella Webbie Tookai: persone di grandi successo, con schiere di fan, ma che non sono mai esistite.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©