Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Adolfo Ferraro, «Materiali dispersi. Storia dal Manicomio Criminale»


Adolfo Ferraro, «Materiali dispersi. Storia dal Manicomio Criminale»
04/04/2011, 14:04

giovedì 7 aprile 2011, ore 18.00 Presso la Libreria la Feltrinelli|Libri e Musica via Santa Caterina a Chiaia, 23 Napoli

Interverranno: Raffaele Sardo, scrittore e giornalista Domenico Ciruzzi, avvocato Enrico De Notaris, psichiatra  Letture di Anna Gesualdi e Giovanni Trono del laboratorio di teatroterapia dell’Opg di Aversa  Sarà presente l’autore

Il tempo nell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa  rappresenta un Altrove difficilmente identificabile. In questo altrove – del tempo e non dello spazio – agisce una schiera di esseri umani con vari ruoli gerarchicamente distribuiti che si aggira, aspetta, si ricorda, ride e qualche volta piange, spesso si lamenta, a volte si arrabbia e poi ricomincia da capo. Ventuno storie, divise in tre capitoli: Le tragedie, I delitti, Vite brevi.

La contessa Pia Bellentani, che uccise l’amante a sangue freddo durante una serata mondana nella sua villa sul lago di Como; Leonarda Cianciulli, nota come la “saponificatrice di Correggio”; il “mostro di Posillipo”, Andrea Rea. E ancora, il serial killer Giancarlo Giudice, che tra il 1982 e il 1983 uccise otto prostitute; i “fratelli di sangue” Bartolomeo Gagliano e Francesco Sedda; lo psichiatra folle Arturo Geoffroy.

Personaggi noti, ormai parte della memoria collettiva oppure sconosciuti, dimenticati, sempre disperati, segnati dalla malattia mentale, che hanno in comune l’esperienza dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa, altrimenti detto “Manicomio criminale”. E sono proprio i crimini, i loro autori e le loro follie – vere o presunte – a essere indagati e raccontati dalla penna di Adolfo Ferraro, che ha ricostruito e raccontato ognuna di queste storie con taglio giornalistico e naturalezza espressiva.

Adolfo Ferraro, psichiatra e psicoterapeuta, è direttore sanitario dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa. Autore di diverse pubblicazioni a carattere scientifico e divulgativo, si occupa anche di formazione, sia in qualità di docente di Psichiatria forense presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, sia tenendo corsi di formazione accreditati dal Ministero della Giustizia. Vive a Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©