Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

L'iniziativa del sindaco Costabile Maurano

Adotti un cane? Vacanza gratis a Castellabate


Adotti un cane? Vacanza gratis a Castellabate
03/02/2009, 09:02


Vacanza gratis a Castellabate, nel salernitano, per chi decide di adottare un cane randagio. E’ l’ultima iniziativa del primo cittadino Costabile Maurano che ha attivato un progetto sperimentale per incentivare l’adozione dei cani randagi ospitati finora presso un canile privato situato in località “Fasano” e attualmente in corso di sgombero forzato. Per coinvolgere infatti i privati in un'adozione consapevole che garantisca la cura, la tutela e il benessere degli animali, è stato promosso il soggiorno (comprensivo di alloggio e prima colazione) di un weekend (sabato e domenica) per chi adotta un cane. Il soggiorno si svolgerà tra il 1° novembre e il 31 marzo di ogni anno presso una delle strutture ricettive del territorio comunale (anche affittacamere e B&B) di cui sarà stata acquisita la disponibilità. Ogni onere necessario per le formalità legate all'adozione sarà a carico del privato che non potrà usufruire del soggiorno prima di aver formalizzato l'adozione a tutti gli effetti di legge. Gli interessati devono produrre istanza sui moduli disponibili negli uffici  comunali e sul sito www.comune.castellabate.sa.it. L'istanza deve essere consegnata allo sportello protocollo della Casa comunale di Santa Maria oppure inviata al fax 0974-961188 o all'e-mail urp@comune.castellabate.sa.it. L'iniziativa, unica nel suo genere, è stata varata dalla giunta comunale guidata dal sindaco Costabile Maurano con delibera n. 19 dello scorso 23 gennaio. «Favorire un equilibrato rapporto tra uomo e animale costituisce un obiettivo di civiltà, finalizzato al rispetto di tutti gli esseri viventi - spiega il sindaco Costabile Maurano - Ecco perché vogliamo fare in modo di evitare a questi cani, finora ospitati in un canile abusivo, di finire in altre strutture seppure autorizzate, incentivando invece un'adozione consapevole da parte dei privati. Chiediamo aiuto anche alle associazioni di volontariato, cui va riconosciuto il merito di monitorare le situazioni a rischio e di sensibilizzare l'opinione pubblica, per la diffusione di un'iniziativa che a fronte di queste problematiche propone soluzioni innovative, tutelando i nostri amici a quattro zampe e, nello stesso tempo, promuovendo la conoscenza del nostro splendido territorio e ottimizzando l'uso delle risorse pubbliche».

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©