Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Afghanistan blitz tricolore ad Acerra


Afghanistan blitz tricolore ad Acerra
23/05/2010, 17:05

Si è svolto oggi, nelle prime ore della mattinata ad Acerra, un blitz pacifico della Giovane Italia, movimento giovanile del PdL, per commemorare i soldati italiani caduti in Afghanistan. I militanti della giovane destra, guidati da Marika Esposito e Francesco Russo, rispettivamente presidente e coordinatore cittadino del movimento, hanno apposto alcune coccarde tricolori listate a lutto nei luoghi simbolo della città come Piazza Falcone e Borsellino, Viale della Democrazia (sede del Comune) e Via Duomo (centro storico). L'azione è stata seguita dalla distribuzione di un volantino di protesta che richiama e condanna il consiglio comunale di mercoledì scorso, durante il quale nonostante le reiterate richieste pervenute dai banchi del PdL si è scelto di non commemorare la recente morte dei due alpini: il Sergente Massimiliano Ramadù ed il Caporal Maggiore Luigi Pascazio, in un attentato terroristico nel nord est dell Afghanistan.
"La Giovane Destra condanna questa ennesima dimostrazione di menefreghismo, impoverimento culturale ed imbarbarimento del consesso civico acerrano e con un blitz pacifico avvenuto in queste ore, ha apposto delle coccarde tricolore listate a lutto nei luoghi simbolo della città", dichiarano Esposito e Russo mentre arriva il plauso del dirigente nazionale della G.I., Ulderico de Laurentiis, portavoce di Fare Acerra ( associazione locale vicina al PdL) che ha ricordato quanto "sia grave che un organo istituzionale come il Consiglio Comunale, venga meno ad un gesto che seppur breve è carico di un significato simbolico importantissimo" e si chiede "se non impariamo ad amare l'Italia e i nostri fratelli che si arruolano per servirla, come potremo imparare ad amare Acerra e servirla adeguatamente come militanti politici e cittadini ?".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.