Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Agropoli, al via i lavori di completamento del cineteatro

Sindaco Alfieri: "Fra pochi mesi inaugurazione opera"

Agropoli, al via i lavori di completamento del cineteatro
03/09/2013, 11:11

AGROPOLI - Prenderanno il via mercoledì 11 settembre i lavori di completamento del cineteatro, in costruzione in Via Taverne. Ad annunciarlo il sindaco di Agropoli Franco Alfieri. «Definite tutte le procedure burocratiche, la ditta che si è aggiudicata il secondo lotto dell’opera, darà avvio ai lavori per metà della prossima settimana. Nello specifico si procederà alla realizzazione dell’impiantistica e di tutte le rifiniture. Secondo la tabella di marcia indicata dagli uffici comunali, per la prossima primavera il cineteatro sarà pronto per l’inaugurazione».
Il secondo lotto, per un importo di 1 milione di euro, è stato appaltato alla ditta “Cammarota Vincenzo” di Casalvelino.
Il cineteatro avrà una sala da 510 posti a sedere con un ampio palcoscenico capace di ospitare prosa, opere liriche, danza, commedie musicali, concerti  e proiezioni cinematografiche. Prevista anche la buca per l’orchestra ai piedi del palcoscenico.
«Dopo decenni di attesa – ricorda il sindaco Franco Alfieri – finalmente la città di Agropoli potrà vantarsi di un moderno e funzionale cineteatro, uno spazio attrezzato per la cultura e per l’arte, nel cuore del tessuto urbano sul quale abbiamo avviato con decisione un’azione di valorizzazione».
Nella stessa area, servita dai parcheggi realizzati negli ultimi anni in Viale Lazio, Via Romanelli e Via della Libertà, che garantiscono circa 500 posti auto, sono in programma i lavori di riqualificazione della Villa Comunale, di recupero e restauro della vecchia fornace, e sarà delocalizzato il mercato settimanale. Tra gli interventi già completati, il rinnovato PalAgropoli, il ponte di collegamento su Viale Lazio e il terminal bus di Via Salvo D’Acquisto.
L’amministrazione comunale di Agropoli, intanto, ha deciso di intitolare il cineteatro ad Eduardo De Filippo, iniziativa orientata ad inserire l’opera in un circuito internazionale insieme alla volontà di istituire un premio nazionale di teatro. Agropoli, tra l’altro, sarebbe il primo Comune d’Italia a rendere omaggio ad Eduardo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©