Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Quando un bel sogno può diventare un incubo!

Ai Colli Aminei é di scena “47 morto che parla”


Ai Colli Aminei é di scena “47 morto che parla”
06/01/2012, 16:01


Se è vero che l’Epifania ogni festa si porta via, al Teatro Il Primo il clima gaudente e festoso si protrarrà invece fino a Domenica 22 gennaio con lo spettacolo “47 MORTO CHE PARLA” diretto da Rosario Ferro. Una pièce esilarante in due atti con Anna D’Amato e con Pino Pino, Carmine Gambardella, Marco Pesacane, Diego Sommaripa, Francesca Stizzo, Anita Laudando, Annalisa Arcucci, Filippo Rossi e Nunzia Fontanella, liberamente ispirata a “La fortuna si diverte” di Athos Setti e superbamente reinterpretata anche dal sommo Eduardo nel 1936 in una commedia dal titolo “Sogno di una notte di mezza sbornia”. Puntuale arriva la proposta di Rosario Ferro, regista dello spettacolo, di un teatro leggero e d’evasione, che conceda allo spettatore un piacevole intrattenimento tra trovate divertenti e risate di gusto. Cosa succede se un uomo riceve in sogno la visita di una celebre anima che suggerisce all'uomo, annebbiato dai fumi dell'alcol, tre numeri da giocare al lotto, ma sottolineando che essi rappresentano anche la data della sua morte, che avverrà a breve??? questa la trama dello spettacolo di Rosario Ferro e della sua Stabile. Tra gag ed equivoci si dipana un turbinio di risate e di situazioni esilaranti. Uno spettacolo che val la pena di vedere per chi voglia trascorrere un’ora in allegria “tra amici” e in un clima generale di grande giovialità, ma anche per sostenere questo Teatro di Viale Privato del Capricorno 4, che pur tra le non poche insidie frapposte ai suoi intenti, riesce orgogliosamente a portare avanti il proprio progetto artistico.
Per info e prenotazioni: 3494654060/3397075221
Per studenti universitari è prevista la riduzione del biglietto a 8 euro

 

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©