Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Al via al Provveditorato alle OOPP il “2° Festival dell’arte per la sicurezza stradale -Occhio alla strada”


Al  via al Provveditorato alle OOPP il “2° Festival dell’arte per la sicurezza stradale -Occhio alla strada”
26/11/2012, 11:38

 

Al Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche – Campania e Molise, dopo il successo ottenuto nel maggio scorso, si rinnova l’incontro col “2° Festival dell’Arte per la Sicurezza Stradale - Occhio alla Strada”.  Appuntamento il 28 novembre c.m. alle 9,30 a Napoli, nella Sala Conferenza in Via Marchese Campodisola, 21

La manifestazione è stato promossa dal Provveditorato, col sostegno della Motorizzazione Civile e organizzata dal  proprio “Reparto Storico di Polizia Stradale”, nell’ambito della Campagna sulla Sicurezza Stradale.

L’evento si pone come percorso educativo presso alcune scuole del territorio campano. Protagonisti gli studenti di età compresa tra i 6/18 anni che, al termine del ciclo d’incontri, saranno invitati a realizzare degli elaborati creativi sul tema della sicurezza stradale e sul comportamento responsabile  degli utenti della strada. L’obiettivo principale è di sensibilizzare, anche attraverso la pratica artistica, le giovani generazioni verso una tematica importante come la sicurezza stradale.

Presenzieranno al “Festival”, tra gli altri: il Provveditore alle OO.PP. Giovanni Guglielmi, il Direttore Generale della Direzione Generale Centro-Sud Paolo Delli Veneri, il Rappresentante della Curia di Napoli, il  Rappresentante del Comune di Napoli, la Presidente del Comitato Regionale Unicef Campania Margherita Dini Ciacci e il Presidente ACI - Napoli Antonio Coppola.

Data la forte adesione al progetto e l’interesse suscitato, sono stati stabiliti due ulteriori appuntamenti a Napoli: il 4 dicembre al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele, a p.zza Dante e il 5 dicembre c.a. nuovamente presso il Provveditorato alle OO.PP.

In occasione della manifestazione, sarà esposta l’auto storica Fiat 124 del Servizio di Polizia Stradale. L’esemplare, unico su tutto il territorio nazionale e fra tutte le forze di Polizia dello Stato, è ancora funzionante  e partecipa a diversi raduni di auto storiche in Italia.

Per gli appassionati si rammenta che l’auto è dotata di 3 apparecchiature denominate oggi  autovelox, all’epoca distinte tra “traffipax” e “trafficorder”. Sul cruscotto è montato uno dei primi apparecchi dotati di macchina fotografica (traffipax) che permetteva alla Polizia Stradale di controllare la velocità e scattare le foto alle auto in transito. I tre autovelox, di fabbricazione tedesca e omologati dal ministero nel 1962, oggi sono anche sotto la tutela del Ministero dei Beni Ambientali e Culturali.

Sarà possibile, inoltre, ammirare il veicolo storico dell’Associazione Vigili del Fuoco in Congedo,  con le seguenti  caratteristiche:  BREMACH MONTANA 4X4   del 1989 dotato di modulo antinciendio da 700 litri -  scala italiana da 10 mt in 3 unità - gruppo elettrogeno con torre faro

di 5 mt altezza -  motopompa per suotamento acque da 500 litri al minuto - dispositivi di sicurezza individuale vigili del fuoco  tipo nomex antincendio e caschi.

              

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©