Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Al Comune di Giugliano oggi 17 maggio inaugurata mostra fotografica e siglato protocollo d'intesa


Al Comune di Giugliano  oggi 17 maggio inaugurata mostra fotografica e siglato protocollo d'intesa
17/05/2018, 15:13

Si apre la stagione dei diritti Arcobaleno al Comune di Giugliano. Oggi 17 maggio alle ore 10:30 presso la Biblioteca comunale di Giugliano con il sostegno dell’Assessorato alle Pari Opportunità si è inaugurata la mostra d’arte fotografica: ”LOTTO ANCORA OLTRE LE DIFFERENZE”. Iniziativa contro il Sistema della Camorra che con un installazione fissa fino al 17 giugno inserisce l’Amministrazione comunale di Giugliano in Campania nella Re.A.Dy, rete nazionale Anti Discriminazione per l’identità di genere e orientamento sessuale. Il 17 maggio, Giornata Internazionale contro l’omofobia e la transfobia, celebrata in oltre 130 paesi del mondo, si è inaugurato il vernissage con la 

realizzazione di foto rappresentative della famiglia contro ogni forma di insofferenza delle differenze alla presenza del sindaco di Giugliano Antonio Pozziello, dell’Assessore alle pari opportunità Carla Rimoli e con gli interventi di: Emilio Saviano, Community Psycologylab Università Federico II di Napoli dipartimento Studi di Genere, del Presidente iken Onlus Carlo Cremona, di Imma Battaglia Attivista Lgbt e già Consigliera comunale di Roma Capitale, e del Generale C.A. Consigliere Regione Campania Carmine de Pascale.

Entusiasta di inaugurare questa mostra e partecipare attivamente alla rete nazionale Anti Discriminazione per l’identità di genere e orientamento sessuale -afferma l’ Assessore Carla Rimoli alle pari opportunità dell’amministrazione di Giugliano- alla Re.A.day abbiamo aderito due anni fa ed oggi è per noi il

primo passo concreto in ambito della lotta alle discriminazioni.” 

Un lavoro che prevede l’operato del Comune in sinergia con quello di alcune associazioni ed in particolare, il Comune di Giugliano promuove il Progetto di Iken “Questa Casa non è Un Albergo” (prima casa rifugio in un bene confiscato di Napoli che diviene luogo di accoglienza contro vittime di violenza e presidio di soccorso legale e psicologico) e l’assessore Rimoli annuncia oggi ufficialmente:” Stileremo insieme ad iken e al suo presidente Cremona un protocollo d’intesa che nei prossimi mesi consentirà l’apertura di uno sportello d’ascolto presso la nostra sede comunale, continuando, insieme allo staff del progetto antiviolenza, a far prevenzione e a seguire un percorso educativo delle differenze sopratutto nelle scuole”. 

Al dibattito inaugurale con le relazioni delle istituzioni e degli specialisti universitari si è parlato di percorsi contro la violenza, di pregiudizi e discriminazione omofobica e transfobica

ma, anche, di violenza di genere e di bullismo consentendo con l’opportunità del vernissage che in una location come la biblioteca comunale, divenuta per l’occasione “ galleria d’arte fotografica”, si aprissero le porte ai giovani concittadini verso un ampliamento culturale su temi di estrema attualità tra le loro generazioni. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©