Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Al Duel Village di Caserta l'anteprima nazionale del film 'Impepata di nozze'


Al Duel Village di Caserta  l'anteprima nazionale del film 'Impepata di nozze'
01/09/2012, 10:19

Al Duel Village di Caserta giovedì 6 settembre alle ore 21.00 l’anteprima nazionale del film ‘Impepata di Nozze – sposarsi al Sud è tutta un’altra storia’. Una commedia di Angelo Antonucci con Paolo Caiazzo, Sandra Milo, Yuliya Mayarchuck, Patrizio Rispo, Vincenzo Soriano, Francesco Procopio, Adele Pandolfi, Mario Porfito, Gino Cogliandro, Silvestro Marino. A fare gli onori di casa la General Manager del Duel Village, Patrizia Cerasuolo, che avrà al suo fianco il regista Antonucci e l’intero cast del film pronto a rispondere a tutte le domande e le curiosità del pubblico in sala. Seguirà la proiezione della pellicola: una storia, scritta a quattro mani da Angelo Antonucci e Paolo Caiazzo, che segna l’esordio cinematografico dell’attore napoletano che ha raggiunto la popolarità grazie al suo personaggio ‘Tonino Cardamone’ tra i protagonisti di numerose edizioni di ‘Zelig’, ‘Colorado Cafè’ , ‘Bulldozer’ e ‘Quelli che il calcio’. A rendere ancora più gustosa la serata un cocktail di benvenuto preparato dallo storico barman Giacomo Serao.

 

Trama e trailer del film su www.duelvillage.net  

 

LA TRAMA
Michele (Paolo Caiazzo), un professore in attesa di passare di ruolo, è stato scaricato sull’altare dalla compagna. Cadute le speranze di ottenere una cattedra, per il ritorno a scuola del collega malato Lamberti, e persa la voglia di ricominciare a credere nel matrimonio, quasi come beffa del destino, riceve la proposta dalla sorella (Adele Pandolfi) di aiutarla a gestire la sua agenzia di wedding planner. Un po’ scettico, ma senz’altra prospettiva, accetta. Si ritrova così catapultato, in piena svogliatezza, nel “surreale” mondo dei matrimoni napoletani, a dover accontentare le bizzarre richieste gastronomiche e ad assecondare le velleità registiche di Genny , il fotografo gay, col pallino di immortalare spose in carne come sirenette di Copenaghen. Alle sue snervanti giornate si aggiunge l’insistenza dell’amico Riccardo (Francesco Procopio) a volergli propinare tappeti persiani e le beghe tra la madre vedova (Sandra Milo) e la vicina di casa, Mariapia, per accaparrarsi un affascinante professore di cui sono invaghite. Quando Michele è ormai convinto che il matrimonio sia solo una sistemazione, un po’ come un posto di lavoro, a Napoli, nell’agenzia, arriva Yulya (Yuliya Mayarchuck) figlia di un emigrato a Milano dalla “napoletanità tradita” e di una milanese D.O.C. La ragazza è intenzionata a organizzare il suo matrimonio nella città d’origine del padre. Michele ne resta subito affascinato e il loro rapporto, favorito dalla partenza improvvisa di Filippo, il promesso sposo e rampollo rampante della “Milano in”, diventa ogni giorno meno professionale. Per cercare di conquistarla si finge gay e la sua concezione del matrimonio inizia a mutare, circondata da tutti gli equivoci del caso. Quando arriva il giorno delle nozze di Yulya, ai due non resta che cercare di capire se “il sole è davvero una bugia”, come canta la canzone di Luca Sepe, colonna sonora della loro avventura. Il film, scritto a quattro mani da Angelo Antonucci e Paolo Caiazzo, è stato girato a Portici, San Giorgio a Cremano, Ercolano, Napoli e Caserta. Prodotto dalla Elite Group International srl, la pellicola è distribuita dalla Dac.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©