Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Al Lanificio 25 le sonorità elettroniche dei Revenaz Quartet


Al Lanificio 25 le sonorità elettroniche dei Revenaz Quartet
04/02/2010, 10:02


NAPOLI - Al Lanificio 25, sabato 6 febbraio 2010, dalle ore 21,00 si terrà un music party in piena regola, con le sonorità live dei Revenaz Quartet, ovvero Paolo Putrella-Basso, Luca Iavarone - Synth, electonics, Roberto Porzio - Piano elettrico, tastiere, Andrea De Fazio - Batteria e Simone Petrella - Visual art. La loro è una musica coinvolgente che comprende tutti i generi possibili, fino a reinventarli in modo disordinato ma pur sempre vivo e piacevole. Revenaz è musica: dal jazz rock all'electro glitch, alla canzone neomelodica passando per la samba, il free jazz, il funk, la drum 'n bass. Revenaz è tutto e il contrario di tutto.
Una serata quella del Lanificio 25, all’insegna della musica e del divertimento con i Revenaz Quartet, il collettivo misto di artisti napoletani, che passa la maggior parte del tempo ritagliando, sminuzzando, sfilettando e sezionando frammenti di cultura pop per riassemblarli in un'estetica di matrice neo dadaista.
Il potere massmediatico coercitivo delle immagini pubblicitarie viene rimpastato dai Revenaz fino a creare un inedito universo di simboli. Cosi i live Revenaz appaiono, e sono vissuti dal pubblico come una mistura esplosiva di musica, teatro e video arte, dove a fare gli onori di casa è sempre una imprescindibile dose di autoironia.
Lo spettatore viene travolto da una miriade di icone mixate e sovrapposte che, svuotate del loro significato comune, si prestano a nuove analogie o addirittura riacquistano dignità di puri significanti.
Revenaz è come Dada, trova nella contraddizione la sua identità. Nella contraddizione come nella contaminazione. Così si balla, si canta, coinvolti dal gruppo più divertente e simpatico del momento, per un sabato da non dimenare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©