Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Al PAN di Napoli l'Arte a 45 giri


Al PAN di Napoli l'Arte a 45 giri
11/07/2012, 14:07

545 copertine di dischi, 9 postazioni per l’ascolto ascolto, 18 cuffie personali, 1350 immagini in proiezione dei dischi esposti, 145 dvd e 35 vhs di film musicali, concerti live e videoclip. I capolavori di Pink Floyd, David Bowie, U2, Beatles, Madonna, Frank Zappa, Rolling Stones, Clash, Sex Pistols, Iggy Pop, Ramones, Patti Smith uno accanto all’altro. Dal 14 luglio al 10 settembre 2012, il PAN - Palazzo Arti Napoli ospita “45 ART – l'Arte a 45 giri”, mostra di Cover Art a cura di Carmine D'Onofrio, organizzata in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e Turismo e l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli.

L’esposizione raccoglie copertine originali di dischi a 45 giri di jazz, rock e pop dagli anni '40 ai giorni nostri, svelando l’interazione tra musica e arti visive e la rilevanza storico-sociale di questi preziosi prodotti culturali. Oltre alle cover dei 45 giri, l'esposizione include esemplari rari di Picture Disc, Etched Disc e Shaped mai visti in Italia, tutti dischi a tiratura limitata riservati a radio, giornalisti e addetti del settore. La mostra offre inoltre una sezione audio-video di grande interesse, con postazioni per l’ascolto in cuffia dei dischi relativi alle copertine esposte ed uno spazio per la proiezione di film musicali, concerti e festival. 45 ART – l'Arte a 45 giri è una delle più grandi mostre organizzate in Italia per raccontare e celebrare la Cover Art attraverso le opere di alcune delle menti creative più brillanti di tutti i tempi: Andy Warhol e Roy Lichtenstein, per l' equilibrio forma-colore, Keith Haring e Banksy per la graffiti art, Guido Crepax e Frank Kozic in quella ricerca ludica che è il fumetto, Robert Mapplethorpe e Anton Corbijn per la fotografia, Hipgnosis e Peter Saville per la grafica. Senza dimenticare Salvador Dalì, Damien Hirst, Andrea Pazienza, Hugo Pratt, Jim Flora, John Holstrom e Charles Burns.

L’allestimento della mostra è realizzato con l’esclusivo utilizzo di supporti di cartone proveniente dalla raccolta differenziata, insieme a bacheche e teche costruite con scarti di legno pressato e alluminio riciclato. La mostra e gli eventi collaterali, inoltre, sono a impatto zero: l’anidride carbonica prodotta dalle forniture elettriche e dagli impianti tecnologici sarà compensata con la riforestazione di aree verdi degradate della Città di Napoli. Il materiale esposto proviene dalla collezione privata di Carmine D’Onofrio.

45 ART ospita anche l’expo “7 pollici e… 45 mani d’artista “del progetto Chiamata alle arti, promosso dal Settore Politiche Giovanili della Regione Campania: 45 giovani artisti propongono nuove visioni della Cover Art attraverso opere pittoriche e disegni realizzati sul supporto in vinile a 7 pollici dei dischi a microsolco, anche con produzioni in estemporanea. Previsti anche showcase musicali, live di cover band e dj set rigorosamente con dischi in vinile, a 45 giri.

Grazie alle cover, milioni di persone hanno familiarizzato con idee e suggestioni artistiche d'avanguardia che non avrebbero avuto altro modo di conoscere. Pur essendo strumenti di marketing, le cover costituiscono a pieno titolo un filone della storia dell'arte che reclama dignità e attenzione. Considerazione valida ancora di più oggi, in un'epoca sovraccarica di immagini e comunicazione, dove il download via internet sta progressivamente ridimensionando l'importanza del supporto fisico e quindi anche del suo packaging.

La mostra sarà visitabile da sabato 14 luglio a lunedì 10 settembre, tutti giorni tranne martedì e domenica pomeriggio, dalle 9:30 alle 19:30, nelle sale espositive al secondo piano del PAN di Napoli, in via dei Mille. Il vernissage è previsto per sabato 14 luglio, alle ore 18.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©