Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Al Salone del Gusto i sapori delle “Colline Vicane”


Al Salone del Gusto i sapori delle “Colline Vicane”
17/10/2012, 17:04

Vico Equense - Il Salone del Gusto di Torino, appuntamento fondamentale per tutti quelli che orbitano nel mondo dell’agroalimentare e dell’enogastronomia, dedicherà uno spazio alla Città di Vico Equense. Per la prima volta, nell’edizione 2012, Salone del Gusto e Terra Madre si fondono e creano un evento unico, che racconta la straordinaria diversità del cibo di ogni continente. Il Salone del Gusto porta in eredità il successo consolidato nelle passate otto edizioni e un patrimonio di produttori eccellenti, cuochi, Laboratori del Gusto, Presìdi e istituzioni. Dal canto suo, Terra Madrerappresenta una rete di comunità del cibo, cuochi, accademici e giovani provenienti da 150 Paesi nel mondo. L’obiettivo è di creare il più importante appuntamento mondiale dedicato al cibo, capace di unire il piacere del cibo stesso e la responsabilità nei confronti di ciò che mangiamo e di chi lo produce, affiancando all’esperienza enogastronomica – che rimane un caposaldo del Salone – la conoscenza delle donne e degli uomini che coltivano, allevano e trasformano i prodotti alimentari di tutto il mondo e dei territori in cui questi cibi nascono e hanno radici profonde. “Lo Slow Food Costiera Sorrentina e Capri - sottolinea il Sindaco Gennaro Cinque - in piena sintonia con il Comune di Vico Equense e con il lavoro condotto dall’Associazione a livello nazionale e internazionale, ha dato vita alla comunità del cibo ‘Colline Vicane’. Un modo per difendere le piccole realtà contadine, - chiarisce il Primo cittadino - la nostra cultura, i prodotti della tradizione e la tutela del paesaggio agricolo dei nostri territori.” Le comunità del cibo si fondano su gruppi di persone che producono, trasformano e distribuiscono cibo di qualità in maniera sostenibile. La rete che si crea è fortemente legata ad un territorio dal punto di vista storico, sociale e culturale. Le comunità condividono i problemi generati da un'agricoltura intensiva e lesiva delle risorse naturali e da un’ndustria alimentare di massa che mira all’omologazione dei gusti mettendo in pericolo l’esistenza stessa delle piccole produzioni. “Al Salone del Gusto, a Torino dal 25 al 29 ottobre – aggiunge il Primo cittadino - presenteremo questa iniziativa per dare visibilità ai protagonisti, ai prodotti ed alle culture del nostro territorio. In particolare, domenica 28 alle ore 13,00 nello spazio dedicato alla Campania, Mauro Avino presenterà “Officine Vicane”. L’intento è quello di recuperare all’interno di uno spazio individuato nella frazione di Preazzano le lavorazioni di un tempo: formaggi, pane, conserve, olio, coinvolgendo i giovani che vogliono riavvicinarsi alla terra e cimentarsi con produzioni proprie. Saranno allestiti – conclude Gennaro Cinque - momenti di degustazione del “riavulillo” con pane e olio nonchè una presentazione dei prodotti tipici locali delle colline di Vico Equense, quali le noci, le castagne, l’olio, i pomodori sorrentini, il mais di Santa Maria di Castello e così via.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©