Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Al Teatro San Ferdinando di Napoli “il sogno dei mille” di Maurizio Scaparro


Al Teatro San Ferdinando di Napoli “il sogno dei mille” di Maurizio Scaparro
21/09/2011, 16:09

Mercoledì 5 ottobre (ore 20,30), con repliche fino al 7, andrà in scena al Teatro San Ferdinando, nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia, Il sogno dei Mille con la regia di Maurizio Scaparro, protagonista Giuseppe Pambieri. Uno spettacolo dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia.
Ispirato a Les Garibaldiens di Alexandre Dumas, nell’adattamento di Roberto Cavosi, la messinscena ripercorre l’epica impresa dei Mille guidati da Giuseppe Garibaldi, riaccendendo le luci sull’eroe dei due mondi e sul sogno di un’Italia fondata sulla giustizia, sul lavoro, sulla libertà.
L’impresa è ricostruita attraverso gli occhi e la penna di Alexandre Dumas, grande ammiratore di Garibaldi nonché idealista e promotore di quei valori di libertà ed uguaglianza nati con la Rivoluzione Francese.
Lo scrittore segue con trepidazione via mare la spedizione delle ‘camicie rosse’, a bordo della sua goletta scrivendo degli appunti di viaggio, che vengono terminati a Napoli nella residenza di Palazzo Chiatamone, un antico e bellissimo edificio della capitale partenopea, oggi scomparso. Garibaldi l’aveva messo a disposizione di Dumas, dopo averlo nominato direttore delle biblioteche e degli scavi di Pompei, nonché editore del giornale “L’Indipendente”.
È la notte di San Gennaro e la città è in festa da quando, l’8 settembre, è stata liberata ufficialmente. È una notte colma di gioia e di speranza, ma Dumas, nella sua residenza napoletana, non può fare a meno di ultimare il diario di quel grande sogno a cui lui stesso aveva partecipato. Improvvisamente nell’euforia della festa, irrompe Angelino, giovane napoletano, ma soprattutto ex soldato borbonico, che aveva partecipato alla battaglia di Palermo. È un caso? Non si sa; il destino a volte gioca strani scherzi. Come quelle “strane” voci sentite da Angelino nelle strade di Palermo, voci di ragazzi come lui, ma che venivano dal nord e con tutto il cuore si gettavano nella mischia urlando “Viva l’Italia”.
Ed ecco che i ricordi di Angelino si mischiano con quelli di Dumas, il sogno si confonde con la realtà, le voci con le ombre dei vicoli di Napoli, in un mosaico di emozioni che diventa un commosso tributo a tutti coloro che hanno creduto in un’Italia fondata sulla libertà, sulla giustizia, sui diritti e che in quei giorni a Napoli sembrava raggiunta.
Dopo Napoli Il sogno dei mille andrà in scena dal 18 al 23 ottobre al Teatro della Pergola di Firenze dove inaugurerà la nuova stagione di prosa e la conclusone del progetto “Il teatro italiano nel mondo” ideato da Maurizio Scaparro. Negli stessi giorni lo spettacolo si trasformerà in un film prodotto da Rai Cinema che sul palcoscenico della Pergola effettuerà le riprese del Sogno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©