Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Al via a Roma il festival futurando


Al via  a Roma  il festival futurando
17/04/2012, 13:04

Al Teatro Betti di Roma, dal 18 al 22 aprile, in scena testi teatrali che parlano di scienza e fantascienza. Protagonisti stelle, pianeti, galassie e marziani

Debutta mercoledì 18 aprile alle ore 21.00, presso il Teatro Betti (Via Antonio Serra, 81 – Collina Fleming) a Roma, e continua fino al 22 aprile, la rassegna teatrale “Futurando – vetrina teatrale sul tema della fantascienza” a cura di Luciana Luppi. Inaugura il festival il testo di Massimiliano Perrotta “Dopotutto” e a seguire “Il servizio” di Lucia Laciarrea, vincitrice del primo premio nazionale miglior commedia brillante nel concorso “Armando Cafaro 2005”, e poi tutti gli altri che si susseguiranno nelle serate: “Nella Ridda delle Stelle” di Luciana Luppi, “4014” di Alessandro Iori, “Il Tagliando” di Anna Cantagallo, “Un uomo all'infinito” di Vittorio Pavoncello, “Nuovo” di Liliana Paganini, “Riproduzioni” di Renato Capitani, “Voglio tornare a casa” di Francesco Randazzo, “Frankenstein – l'altra genesi” di Leonardo Petrillo. Chiude, domenica 22 aprile, alle ore 18.00 Lucia Lasciarrea, direttrice del Teatro Betti, con il testo “La stanza – l'incubo di un prossimo futuro”. Il progetto è realizzato in collaborazione con Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico.

“La fantasia degli autori – afferma Virginia Barrett, organizzatrice della serata inaugurale della vetrina – in questi testi non ha avuto limitazioni. Si sono sbizzarriti nella ricerca di suggestioni ed evocazioni legate ad un mondo futuro probabile in cui si muovono personaggi bizzarri o visionari con argomenti innovativi per contenuti ed immagini. Un modo di proporre un teatro insolito, all'interno di un panorama teatrale nazionale sempre più banale e scontato”.

Stelle, pianeti, galassie, marziani, extraterrestri ed elementi appartenenti all'evoluzione umana sono i protagonisti dei testi messi in scena dagli autori appartenenti al Fondo PSMSAD (Previdenza e Assistenza per Scultori e Pittori, Musicisti, Scrittori e Poeti, Autori Drammatici) dell'INPS, gestione ex ENPALS, quali: Luciana Luppi, Liliana Paganini, Francesco Randazzo, Anna Cantagallo, Leonardo Petrillo, Alessandro Iori, Vittorio Pavoncello e Massimiliano Perrotta.

Sono previsti spettacoli dal mercoledì al sabato alle ore 21.00 e la domenica alle ore 18.00. Tutte le sere verranno rappresentate le opere di tre autori della durata di circa 20/30 minuti ognuna.

Commenta Stampa
di Ennio Salomone
Riproduzione riservata ©