Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Favoriti per la vittoria finale: Contador e Nibali

Al via la 94°edizione del Giro d'Italia


Al via la 94°edizione del Giro d'Italia
07/05/2011, 12:05

Torino - Sono passati moltissimi anni dalla prima edizione del Giro d'Italia, quando al nastro di partenza di Milano, del 13 maggio 1909, alle ore 3.00 del mattino, 130 persone in bicicletta si affollarono in strada, per dar vita  inconsapevolmente ad uno degli eventi più importanti e sentiti della nostra società italiana.
Per la cronaca, quella prima edizione, formata da 8 tappe, fu vinta dall'italiano Luigi Ganna, con l'arrivo al traguardo finale di appena 49 ciclisti.
Oggi inizierà la 94° edizione, con partenza alle 15:50, della cronometro a squadre di 19,3 km, dal Palazzo Venaria Reale di Torino.
Il Giro si concluderà a Milano, dopo 21 tappe e moltissimi chilometri che toccheranno i luoghi più evocativi della nostra Unità d’Italia.
Favoriti per la vittoria finale, Alberto Contador, da anni il più forte corridore a tappe del mondo (3 Tour de France, una Vuelta di Spagna e un Giro d'Italia, nel 2008) anche se al centro di un caso doping non ancora chiuso risalente al Tour 2010, contro la grande speranza del ciclismo italiano, ''lo squalo'' siciliano, Vincenzo Nibali, 3° al Giro 2010 e vincitore dell'ultima edizione della Vuelta, vent'anni dopo l'ultimo italiano, Giovannetti.
Tuttavia non sono da sottovalutare gli ''outsider'' Michele Scarponi della Lampre e Menchov, vincitore dell’ edizione 2009.
L’edizione di quest'anno disegnata da Zomegnan è definita da molti come una delle più dure di sempre, viste le 39 e durissime salite, tra cui le più dure: Montevergine a Mercogliano, Etna, Grossglockner, Zoncolan, Gardeccia, Nevegal, Macugnaga e Sestriere.

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©