Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Al via la nuova stagione dei Teatri della Legalità


Al via la nuova stagione dei Teatri della Legalità
11/01/2010, 11:01

Un nuovo anno di attività per Teatri della Legalità che riprende, dopo le festività, la sua programmazione nelle sale della Campania. Ben quattro gli spettacoli in scena, tutti ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti a sedere, a caratterizzare la prima settimana del nuovo anno, tra martedì 12 e venerdì 15 gennaio 2010. Temi forti, argomenti necessari, come la lotta alle mafie, il bullismo, l’emigrazione ed i “rischi” della crescita, nel passaggio dall’infanzia all’adolescenza, sintetizzano la nuova proposta teatrale dedicata agli spettatori, giovani e meno giovani, del progetto promosso dall’Assessorato al Lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Campania, nell’ambito di Scuole Aperte, diretto da Mario Gelardi per il coordinamento organizzativo di Luigi Marsano de I Teatrini.

Si inizia martedì 12 gennaio, ore 11, al Complesso Stabia Hall di Castellammare di Stabia (Napoli), dove Ciro Pellegrino firma il testo e la regia de “Gli uomini veri non piangono mai”, uno spettacolo ispirato alla figura del magistrato antimafia Giovanni Falcone. Nell’allestimento, prodotto da Kaotikalkimia/La Mandarda ed interpretato da Stefano Meglio, Paola Maddalena, Sara Missaglia e Antonio Polito, la ricostruzione della strage di Capaci del 23 maggio 1992 si sovrappone al racconto del suo devastante impatto sulle vite di tre giovani studenti siciliani. Si replica anche mercoledì 13 (ore 11) all’Ariston di Mondragone (Caserta).

Mercoledì 13 gennaio, ore 11, al Teatro Di Costanzo-Mattiello di Pompei (Napoli), la Cooperativa Eidos di Benevento presenta “Quando nonna Faustina arrivò in America”, un atto unico scritto e diretto da Virginio De Matteo, con Mimmo Soricelli, Virginio De Matteo, Raffaella Mirra e Martina Iorio. In scena la storia di una bambina italiana emigrata a New York nei primi anni del Novecento. “Una storia del secolo scorso - scrive il regista – che sembra ambientata ai giorni nostri anche se, naturalmente, i ruoli sono cambiati: ora è l’Italia la terra promessa”. Unica replica venerdì 15, ore 11, alla Casa Babylon di Pagani (Salerno).

Sempre mercoledì 13 gennaio, ore 11, ancora allo Stabia Hall di Castellammare, è la volta di “Storia di un palloncino”, uno spettacolo, prodotto da Stilema/Unoteatro di Torino, scritto e diretto da Silvano Antonelli, che ne è anche interprete con Giulia Menegatti. Al centro della delicata storia, vincitrice del Biglietto d’Oro Agis per il Teatro nella stagione 2007-2008, la curiosa vicenda di un palloncino. Le sue rocambolesche avventure, nella poetica tessitura scenica ideata da Antonelli, traducono in metafora la costante ricerca di un equilibrio in cui far coesistere nei ragazzi l’istintiva voglia di libertà ed il necessario senso di responsabilità. In replica giovedì 14, ore 11, al Teatro Pierrot di Ponticelli (Napoli).

La settimana si chiude con il debutto, giovedì 14 gennaio al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) di “Fuori Gioco”, prodotto dal Teatro La Baracca-Testoni di Bologna, in collaborazione con il Telefono Azzurro, scritto ed interpretato da Stefano Filippini, Gabriele Marchioni ed Enrico Montalbani. Lo spettacolo (che replica anche venerdì 15 gennaio, ore 11, al Mav di Ercolano) affronta in scena il tema del bullismo, sviluppando un intreccio che ha per protagonisti tre adolescenti, tre diverse personalità, alle prese con tutta l’inquietudine e l’irruenza che caratterizza questa età. “Con quest’allestimento - scrivono gli autori in una nota - abbiamo voluto puntare il nostro sguardo sulle criticità che, molto spesso, caratterizzano negativamente i rapporti tra i giovani”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©