Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Al via la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica


Al via la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica
16/03/2012, 10:03

Dal 17 al 25 marzo si celebrerà l’undicesima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, uno dei principali appuntamenti della Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.
Anche i volontari della Lilt di Caserta, presieduta dal dermatologo Enzo Battarra, saranno presenti per tutto il periodo con diverse postazioni sul territorio.
Domenica 18 marzo saranno attivi due stand, il primo dalle ore 9 alle 12 in collaborazione con l’associazione Ama Onlus presso la Casa delle Donne in Piazza Roma a Ruviano, coordinato dalla dottoressa Angela Maffeo, il secondo dalle ore 10 alle 13 in Piazza Umberto I a Marcianise, coordinato dalla volontaria Maria Teresa Belardo. Lunedì 19 l’appuntamento sarà dalle 15.30 alle 18.30 presso la Sala Convegni del Grand Hotel Vanvitelli in viale Carlo III a San Marco Evangelista, in occasione del quinto modulo del corso di perfezionamento in revisione legale dei conti organizzato dall’Ordine dei Commercialisti di Caserta. Poi, martedì 20 e mercoledì 21 dalle 10 alle 12, giovedì 22 e venerdì 23 dalle 16 alle 18 il punto di informazione sarà presso la sede provinciale nella Casa delle Associazioni in largo San Sebastiano.
In tutti i presidi ci saranno i volontari pronti a offrire, in cambio di una piccola offerta a sostegno delle attività promosse dalla Lilt e delle dotazioni di apparecchiature diagnostiche, un utile opuscolo ricco di informazioni, indicazioni, consigli e ricette, insieme con la bottiglia di olio extra vergine d’oliva, testimonial storico della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica.
L’evento ha come obiettivo informare, sensibilizzare e rendere tutti consapevoli che la prevenzione rappresenta oggi lo strumento più efficace per vincere i tumori, a partire da una sana e corretta alimentazione. Una nutrizione sbagliata, infatti, è la causa maggiore di insorgenza del cancro. Incide, infatti, per il 35% dei casi.
Eppure prevenire, curare e guarire dal tumore si può. Numerose pubblicazioni scientifiche dimostrano che un'alimentazione adeguata - povera di carne e ricca di alimenti vegetali - può aiutarci a prevenire il cancro. La nostra dieta mediterranea è celebre per le sue virtù salutari ed è un modello nutrizionale riconosciuto in tutto il mondo, i cui ingredienti principali sono frutta fresca e verdura, pesce, legumi e soprattutto olio extra vergine d’oliva. È questo il principale alleato del nostro benessere, il re della dieta mediterranea, per le sue qualità protettive, non solo nei confronti delle malattie cardiovascolari e metaboliche, ma anche per vari tipi di tumore.
Recentemente importanti studi scientifici hanno appurato che le persone che consumavano una quantità significativa di olio extra vergine d’oliva presentavano un rischio minore di sviluppare una neoplasia, in particolare i carcinomi dell’apparato digerente e della mammella.
Quest’anno la Lilt celebra i suoi 90 anni di attività a favore soprattutto della prevenzione e dell’impegno per diffondere sani e corretti stili di vita. Se oggi la guaribilità del cancro in Italia ha raggiunto percentuali del 60 % questo è grazie anche al “lavoro” costante di migliaia di donne e uomini della Lilt.
Ecco perché per questa edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione vi è un regalo speciale. Dodici tra le più importanti blogger di cucina, hanno donato alla Lilt fantasiosi menù e ricette stuzzicanti.
Il tutto si può trovare nell’opuscolo, sul sito www.lilt.it, sulla pagina facebook della Lilt nazionale, assieme alle foto dei loro visi sorridenti e pieni di entusiasmo, ai nomi, evocativi e accattivanti, dei loro blog, da dove, ogni giorno, sosterranno la Lilt per questa importante campagna di sensibilizzazione per vincere il cancro.
Grazie anche al generoso contributo della Regione Puglia, il simbolo della Settimana per la Prevenzione, l'olio extra vergine di oliva, sposa la cucina delle blogger che hanno dedicato alla Lilt i loro menù.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©