Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Al via la VII edizione del “Capua il Luogo della Lingua Festival”


Al via la VII edizione del “Capua il Luogo della Lingua Festival”
13/06/2011, 15:06

I linguaggi della cultura tra letteratura, cinema, teatro, musica, e … vino.

Tra gli ospiti: Margot Sikabonyi, Marco D’Amore, M’Barka Ben Taleb, Gennaro Cosmo Parlato e Alessio Di Clemente.

Torna dal 16 al 19 giugno “Capua il Luogo della Lingua Festival”, la rassegna promossa dall’associazione Architempo che da sette anni celebra la letteratura e tutte le espressioni della cultura nella città madre del primo documento storico in lingua volgare: Capua. E per il secondo anno consecutivo il festival si chiuderà con le premiazioni del Premio Falerno Primo Romanzo, il concorso dedicato agli autori esordienti nato dall’idea di suggellare il “gemellaggio” storico tra vino e letteratura, nel segno della continuità.  E così scrittori, registi, sceneggiatori, insieme ai produttori del vino Falerno, primo D.O.C. dell’enologia mondiale, esaltato dai poeti della classicità e ancora oggi tra le eccellenze vitivinicole della provincia di Caserta, hanno fatto da testimonial a giovani scrittori esordienti nel corso degli ultimi tre mesi. Il più votato, attraverso il sito www.premiofalerno.it, sarà decretato vincitore il 19 giugno, serata conclusiva del “Capua il Luogo della Lingua Festival” edizione 2011.

Il programma e gli ospiti.

GIOVEDI’ 16 GIUGNO

Ore 19.30 Palazzo Lanza Inaugurazione mostra fotografica “4 Fotografi 1 Territorio” Fotografie di: Salvatore Di Vilio, Mario Ferrara, Giovanni Izzo , Francesco Rinaldi per Terra di Lavoro. A cura Raffaele Cutillo

Ore 20.30 Palazzo Lanza “Il Luogo della Lingua la Lingua del Luogo” Intervengono: Marilena Lucente, scrittrice Raffaele Verzillo, regista Raffaele Cutillo, architetto Una scrittrice, un regista, un architetto, incontrano gli artisti, gli scrittori, gli operatori culturali del nostro territorio. In collaborazione con OFCA, Terra di Cinema, Architempo, Capuacinefestival.

Ore 22.30 Palazzo Lanza Margot Sikabonyi e Marco D’Amore in: “L’architettura non è mai innocente” Reading di storie, di sguardi, di suggestioni narrative scritte dagli scrittori: Davide Vargas, Attilio Del Giudice, Marilena Lucente, Giuseppe Montesano, Rosaria Capacchione, Roberto Saviano, Paolo Mastroianni e Antonio Pascale.

“L’architettura non è mai innnocente. E nemmeno la scrittura”
Testi a cura di Marilena Lucente Coreografie e regia di Graziella Di Rauso Danzatori: Attilio Di Rauso, Florada Mosca, Roberta Bove, Valeria Della Valle di Movinghart Connection

VENERDI’ 17 GIUGNO

Ore 17.30 Museo Provinciale Campano Nell’ambito del ciclo di conferenze: “I venerdì del Museo” Attilio Mastrocinque in “Le iniziazioni femminili nell’Italia antica” A seguire: Degustazioni di vini campani in collaborazione con l’Associazione Donne del Vino

Ore 20.30 Palazzo Lanza “Annibale Ruccello a 30 anni dalla morte”. Ne parliamo con gli scrittori Massimiliano Palmese, Luigi R. Carrino e Massimiliano Virgilio, ed i registi Roberto Azzurro e Mario Gelardi

Ore 21.30 Palazzo Lanza Spettacolo teatrale “Quattro mamme scelte a caso” Dopo lo studio che ha de buttato la scorsa estate a Settembre al Borgo di Casertavecchia, “Quattro mamme scelte a caso”, l’omaggio ad Annibale Ruccello (uno dei drammaturghi più innovativi del secondo ‘900 e di cui quest’anno ricorrono i 25 anni dalla morte) voluto da Massimiliano Palmese e diretto da Roberto Azzurro, arriva a Capua nel Luogo della Lingua, nella città delle Matres. Quattro attrici (Rosaria De Cicco, Antonella Romano, Gea Martire e Imma Villa) e quattro scrittori (Massimiliano Virgilio, Luigi Romolo Carrino, Alessio Arena e lo stesso Massimiliano Palmese) per quattro “mamme” che omaggiano le protagoniste delle “Piccole tragedie minimali” di Ruccello. Con: Rosaria De Cicco Antonella Romano Gea Martire Imma Villa Marco Sgamato  Elaborazioni musicali di Peppe Sgamato Aiuto regia di Giuseppe Bucci Regia di Roberto Azzurro

Ore 22.30 Palazzo Lanza “M’Barka Ben Taleb in concerto” Artista di origini tunisine e residente in Italia da anni, ha lavorato con musicisti come Abdullah Chhadeh, Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato, Tony Esposito, Pietra Montercorvino, Nava, Lino Cannavacciuolo Gigi De Rienzo, Gigi Finizio e Gianni Coscia Gipo Farassino. M’Barka è stata cantante/attrice nel film documentario sulla canzone napoletana “Passione”, diretto da John Turturro, e presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.  Per ulteriori info e discografia www.bentaleb.it.


SABATO 18 GIUGNO
ore 18.00 Museo Provinciale Campano “La Maschera Atellana: le origini” Conferenza a cura di Angelo Callipo Autore Teatrale, Regista, diplomato all’INDA di Siracusa Preludio alla messa in scena di uno spettacolo intorno alle maschere della “Fabula Atellana”. A seguire: “Eduardo de Filippo, Beniamino Maggio, Massimo Troisi, maschere del teatro contemporaneo” Videoforum a cura di Giulio Baffi, critico teatrale (la Repubblica) docente dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e direttore artistico del Festival Teatrale Benevento Città Spettacolo

ore 21.00 Palazzo Lanza “Marcio Rangel in concerto” Musicista brasiliano, è un mancino che sviluppa il suo stile usando una chitarra da destri, suonando i bassi con l’anulare e il mignolo, la melodia con il pollice, l’indice e il medio. Ne scaturisce così una sonorità più potente nei bassi e vellutata negli acuti. La sua musica dalla tecnica strumentale innovativa è di rara bellezza. Importante la sua collaborazione con Fabrizio Bosso grande talento italiano del jazz.

Ore 22.30 Palazzo Lanza “Showcase musicale di Gennaro Cosmo Parlato” Dopo averlo visto all’opera nel film «Passione» di John Turturro (dove interpretava «Maruzzella» sulla spiaggia di Coroglio) e dopo essersi fatto le ossa a «Chiambretti night», il tenore partenopeo Gennaro Cosmo Parlato, toscano d’adozione, ha inciso il suo nuovo disco «Terra mia», dedicato ai classici della canzone napoletana rivisitati. La particolarità, oltre agli originali arrangiamenti, è la partecipazione al disco di alcuni big della canzone italiana attuale che, per l’occasione, cantano in dialetto napoletano. E’ il caso di Francesco Bianconi, voce dei Baustelle, che si cimenta con il ritornello tradizionale «Canzone Appassiunata». Nell’album sono presenti anche altri featuring non meno divertenti, come Giusy Ferreri che canta «Tu si ‘na cosa grande», e con la mitica Angela Luce in «Lacreme napulitane».

Ore 23.30 Ex Libris di Palazzo Lanza
Mino dj  In: “La Lingua degli anni 80’ Party” Selezione curata in collaborazione con Anselmo Pezza De Chiara di Ritmi Urbani - Corso Garibaldi, 49, Santa Maria Capua Vetere (CE).


DOMENICA 19 GIUGNO

dalle 10.00 alle 13.30 Centro Storico “Percorsi della memoria” Una produzione Architempo Compagnia teatrale La Mansarda Teatro dell’Orco Percorso drammatizzato al patrimonio storico-culturale della città, attraverso la storia dei personaggi della città di Capua come Pier delle Vigne, Ettore Fieramosca e sua sorella Porzia, Ferdinando Palasciano, Giuseppe Martucci, le donne vittime del Sacco di Capua ad opera di Cesare Borgia.  Da un’idea di Giuseppe Bellone Testi di Marco Palasciano Regia di Maurizio Azzurro In collaborazione con il Consorzio Capua Arte e Cultura

Dalle 10.00 Centro Storico Visite guidate tradizionali ai monumenti A cura del Consorzio Capua Arte e Cultura

Dalle 16.00 alle 19.00 Museo Civico Arte Contemporanea
I linguaggi dei bambini E' ideato per bambini dai 3 ai 12 anni e realizzato da Istituto Paideia, Cross Boundaries Scuola per le Lingue Straniere e Compagnia teatrale La Mansarda Teatro dell’Orco per dare il valore del gioco, del divertimento, delle emozioni, dei  entimenti. Sarà allestito uno spazio libreria interamente  edicato ai ragazzi a cura della Libreria Guida di Capua.

ore 18.00 Palazzo Lanza “Premiazione Premio Letterario Filo d’Argento” per poeti e scrittori della terza età organizzato da AUSER Caserta ONLUS partecipano: Franco Buccino presidente Auser Campania Elisabetta Luise presidente AUSER Caserta Letture di Vittoria Maietta Giuria tecnica: Elisabetta Luise, Anna Maria Guarriello, Liliana Vastano

ORE 19.00 Palazzo Lanza “Il Falerno: il racconto di un territorio” A cura di Mariateresa Lanza Conduce Giulia Cannada Bartoli Degustazioni e dibattiti con esperti del settore, produttori e giornalisti enogastronomici per raccontare un vitigno, il territorio e i suoi protagonisti. Il dibattito sarà intervallato da letture di versi, poesie e testimonianze degli auctores latini. Un appassionato percorso letterario dedicato al tempo che nutre, che distilla, che rende migliori: il vino, la scrittura, la terra, l’amore. Testi a cura di Marilena Lucente tratti dalla collana Enolibro, pagine da bere della casa editrice Valtrend.

Ore 21.00 Palazzo Lanza “Premio Falerno Primo Romanzo II edizione”  presentazione dei quattro autori finalisti al premio  compagnati dagli scrittori e dalle aziende testimonial.  Proclamazione vincitore edizione 2011. Presenta Mariamichela Formisano

Ore 22.30 Palazzo  Lanza spettacolo teatrale “Suerte” scritto, diretto e interpretato da Alessio Di Clemente Selezione musicale Camillo Ventola testo tratto da “Suerte” di Giulio Laurenti (Einaudi)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©