Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Format culturale ideato da Tiziana Gelsomino

Al via la XII edizione di "Primavera a Napoli...vetrine in fiore"


Al via la XII edizione di 'Primavera a Napoli...vetrine in fiore'
17/05/2018, 18:23

PRIMAVERA A Napoli…vetrine in fiore giunge quest'anno alla sua XII edizione. Il progetto, ideato e curato da Tiziana Gelsomino, è patrocinato dalla I Municipalità del Comune di Napoli e nasce con l’obiettivo di creare una rete organizzata tra le realtà imprenditoriali nel quartiere di Chiaia, e di promuovere attività artistiche mediante un modello di sviluppo all’avanguardia. Un viaggio emozionale una stretta collaborazione tra il mondo del teatro e dell’arte, legati in una sinergia.
Quest'anno "Primavera a Napoli...vetrine in fiore" promuove tre eventi:
Venerdì’ 18 maggio ore 19.00 
Galleria Serrao di Piazza San Pasquale 6 Napoli, Performance di Arte e Danza, tutto ruota intorno ad una scultura in marmo il “Discobolo”, una presenza dell'arte preclassica, l'atleta viene raffigurato nel momento in cui il suo corpo, dopo essersi rannicchiato per prendere slancio e radunare le forze, sta per aprirsi e liberare la tensione imprimendo al lancio maggiore energia. Contaminazione con l’arte contemporanea dell’artista Cherish Gaines e una esibizione di ballo il tango, una poetica, un'interpretazione musicale, un modo di esprimersi in un linguaggio corporale col partner. Si esibiranno i ballerini Miriam Liccardo & Dario Gagliano Campioni Metropolitani 2017, El Rio del Tango. 

Lunedì 21 maggio ore 18.00 
Nuovo Teatro San Carluccio in via San Pasquale a Chiaia
Presentazione del libro A Theatre Laboratory Approach to Pedagogy and Creativity:  Odin Teatret and Group Learning, dell’autrice Tatiana Chemi. Questo libro è una narrazione appassionata e vivida delle pratiche pedagogiche nel teatro dell’attore e delle azioni fisiche. Tratta della possibilità di apprendere attraverso il supporto di laboratori teatrali e prende ispirazione dalla consapevolezza di un problema reale: il divario pedagogico esistente tra le pratiche delle istituzioni educative tradizionali e le sfide per un futuro sconosciuto. In altre parole, il teatro può ispirare con pratiche creative gli ?educatori che concepiscono, progettano e realizzano programmi educativi, ma di cui non possono prevedere l’effettiva rilevanza per il futuro degli studenti. Il testo, pur strizzando l’occhio agli educatori, è rivolto soprattutto a studenti e ricercatori di settori interdisciplinari che possono trarne spunto per interessanti riflessioni sul modo di intendere e applicare la pedagogia e la formazione con il teatro e la creatività.

Mercoledì 23 maggio ore 19.30 
Galleria Hde Via Giuseppe Fiorelli 12 Napoli
Personale di Lorenzo Mattotti .Opere grafiche delle quali alcune inedite e altre rimaneggiate dall’artista, in stretto collegamento con la grande mostra "Seguendo le tracce", di Lorenzo Mattotti.
Magister di COMICON 2018. ORE 20.00 proiezione, alla presenza del regista, del documentario “MATTOTTI”, di Renato Chiocca.

 

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©