Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Al via la XXVI edizione del Salone del Libro di Torino


Al via la XXVI edizione del Salone del Libro di Torino
16/05/2013, 17:26

E’ stato il Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano, con un videomessaggio diffuso in mattinata, a salutare la XXVI edizione del Salone del Libro di Torino, rivolgendo un caldo, appassionato, argomentato  invito alla lettura,  attribuendo al medium libro una grande valenza per la crescita culturale, sociale e politica del paese. Il Presidente ha poi indirizzato un “ saluto speciale al paese ospite di quest'anno: il Cile. Casualmente – ha osservato - il 1988, anno di inizio del Salone, è un anno speciale per il Cile, perché segnò quella vittoria del NO contro la dittatura di Pinochet che aprì alla rinascita della democrazia. E con la rinascita della democrazia, a conclusione di dure prove di martirio e di lotta - di lotta anche con le armi della cultura - è rifiorito il Cile, economicamente, socialmente e civilmente ”.

A tagliare il nastro al Lingotto Fiere di via Nizza è stato, invece, il Ministro  per i Beni e le Attività Culturali Massimo Bray.  Quest’anno il tema conduttore del Salone è la Creatività e la Cultura del Progetto. L'affascinante processo della creatività umana approfondito nelle sue declinazioni più fertili: le istituzioni, l'economia, le nuove forme di scrittura, la scienza e la tecnologia, le arti figurative e applicate, l'architettura e il design fino alla cucina e alla cultura materiale. Una forza visionaria capace di cambiare la nostra vita, e che ha ispirato la campagna di comunicazione 2013: “ Dove osano le idee ” . Particolarmente ricco il programma di questa prima giornata. In  mattinata,  allo spazio Agorà,  un incontro sui cinquant'anni del Gruppo '63  con Nanni Balestrini, Andrea Cortellessa, Angelo Guglielmi, Natale Antonio Rossi; e poi a cominciare dalle 16,30, a una distanza di mezz’ora l’uno dall’altro, gli incontri con  Luis Sepulveda, che presenta il suo ultimo libro “ Ingredienti per una vita di formidabili passioni ” edito da Guanda; quello con l’archistar Daniel Liebeskind che affronta il tema portante del Salone, ovvero la creatività.  Sarà quindi la volta della simpatica e popolarissima Litizzetto, che smette i panni di comica per animare un  dialogo con Maria Carla Fruttero, figlia di Carlo Fruttero e ricordare la figura e l'opera letteraria dello scrittore che in coppia con Lucentini ha firmato capolavori quali “ La donna della domenica ”. Il ricco parterre  della giornata conta anche sulla presenza di Peter Esterhazy , che discute  con Melania Mazzucco in occasione del conferimento del Premio Letterario Mondello e di quella di Vittorio  Sgarbi che,  assieme a Luca Beatrice e  Rolando Picchioni, farà un omaggio a Luigi Carluccio. Una nota dolce e golosa chiude  questa prima intensa  giornata: il critico enogastronomico Paolo Massobrio terrà un incontro tra la città di Torino e  la Calabria (regione italiana che quest'anno sarà ospite del Salone) dal titolo “ Cioccolato e liquirizia ”. Nei prossimi giorni ospiti del Salone saranno Giuliano Amato,  il cui libro “ Grandi illusioni ” articola un ragionamento sull'Italia d'oggi; lo storico e ministro Gaetano Quagliariello che parlerà del suo volume dedicato a De Gaulle e il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi che discuterà della possibile agenda di una ripresa italiana.
Intanto continua nel suo programma di appuntamenti Salon Off , manifestazione sostenuta dall'Assessorato alla Cultura della Città di Torino in cui sono coinvolte sette circoscrizioni della città. L’iniziativa, giunta, alla X edizione, con un crescente successo, ha preso il via il 9 maggio e si concluderà il 21 del mese. Il suo scopo è quello di portare attraverso una fitta serie di incontri e di eventi, quasi tutti gratuiti, i protagonisti del Salone Internazionale del Libro tra i quartieri, le vie e le piazze di Torino e dintorni. Un ricco calendario di proposte, che prevede circa 350 appuntamenti, ben 150 in più dello scorso anno: incontri con autori, letture, spettacoli teatrali, concerti, proiezioni di film, dialoghi tra scrittori e studenti nelle scuole, bookcrossing, mostre, attività legate all'ambiente, dimostrazioni di cucina con celebri chef, laboratori per bambini, passeggiate letterarie, piccole fiere del libro. Inoltre una maratona letteraria notturna dedicata al Paese Ospite d'onore del Salone del Libro 2013, il Cile.

Commenta Stampa
di Christian Gemei
Riproduzione riservata ©