Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Al via lo shopping prenatalizio all'insegna della tipicita' al mercato di Campagna Amica


Al via lo shopping prenatalizio all'insegna della tipicita' al mercato di Campagna Amica
07/12/2013, 14:09

NAPOLI - Ortofrutta, salumi, olio extravergine di oliva, vino, formaggio, miele, polline, castagne, nocciole, noci,  ma anche piante e fiori: queste le eccellenze agricole del territorio che le aziende aderenti al Mercato di Campagna Amica, proporranno ai cittadini, a Napoli, per uno shopping prenatalizio all’insegna della qualità e della tipicità,  domenica 8 dicembre dalle 9 alle 13 in Villa Comunale, in piazza 4 giornate al Vomero e in Viale dei Campi Flegrei a Bagnoli.
Un’ulteriore occasione - spiega Coldiretti Napoli - per promuovere i prodotti di qualità dell’agricoltura locale a prova di timori generati dalle problematiche ambientali legate alla “Terra dei fuochi”, che nel Mercato di Campagna Amica vengono proposti nella forma della vendita diretta, con la trasparenza del rapporto tra produttore e consumatore e la massima tracciabilità, sicurezza e tipicità. I mercati degli agricoltori - aggiunge Coldiretti - oltre a creare nuove economie e nuova occupazione, rappresentano anche un formidabile strumento di coesione e animazione sociale, perché ricreano un legame profondo tra consumatore e produttore, tra il luogo di consumo e il luogo di produzione, tra città e campagna.

Acquistare prodotti a chilometri zero infatti - aggiunge Coldiretti - è anche un segnale di attenzione alla sana alimentazione, al proprio territorio, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio che ci circonda, ma anche un sostegno all’economia e all’occupazione locale.

I prodotti più acquistati nei mercati, che costituiscono una concreta alternativa nella spesa dei cittadini-consumatori - ricorda Coldiretti - sono nell’ordine la verdura, la frutta, i formaggi, i salumi,  il vino, il miele, l’olio, ma non manca l’interesse per i prodotti non alimentari come ad esempio gli agricosmetici. Estremamente elevato il grado di soddisfazione che è alto per il 77 per cento degli acquirenti. Come tra l’altro emerge dalla prima indagine su “La percezione della crisi e il Made in Italy” realizzata da Coldiretti-Ixe’ a ottobre 2013, ben il 49 per cento degli italiani preferisce acquistare prodotti locali. Da segnalare proprio la tenuta degli acquisti diretti dal produttore - precisa Coldiretti - al quale si rivolge regolarmente ben il 14 per cento degli italiani, il 45 per cento qualche volta, il 29 per cento raramente e solo il 12 per cento mai. Un’opportunità - conclude Coldiretti - resa possibile anche dal fatto che in Italia sono oggi presenti 8.392 punti vendita di Campagna Amica gestiti direttamente dagli agricoltori rispetto ai 7.094 del 2012, tra mercati degli agricoltori, cascine, cantine, aziende, botteghe e ristoranti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©