Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Alfa Romeo celebra il Centenario al Goodwood Festival Of Speed 2010


Alfa Romeo celebra il Centenario al Goodwood Festival Of Speed 2010
04/07/2010, 13:07

In occasione del Centenario, Alfa Romeo è l'ospite d'onore del prestigioso Goodwood Festival of Speed 2010 che si svolgerà dal 2 al 4 luglio nella contea inglese West Sussex. All’evento partecipano oltre 50 vetture Alfa Romeo, storiche e di attuale produzione, inclusi sedici esemplari di inestimabile valore appartenenti al Museo Storico Alfa Romeo.

Ad accogliere personaggi famosi, appassionati e collezionisti provenienti da tutto il mondo ci sarà una scultura dedicata all’Alfa Romeo che si ispira al Quadrifoglio, lo stemma distintivo delle vetture sportive del marchio. Collocata sul parterre anteriore della Goodwood House, la scultura è stata realizzata dal famoso artista e designer Gerry Judah che ha voluto così celebrare lo spirito dell’Alfa Romeo inserendo, al centro dell’opera, due delle vetture più importanti della storia del brand: la nuova Alfa 8C Competizione - la supercar insignita di numerosi riconoscimenti internazionali - e l'Alfa P2 Grand Prix da corsa vincitrice del Campionato del Mondo del 1925 (grazie a quella vittoria venne aggiunta la corona di alloro all'emblema Alfa Romeo originario).

Ben quattro delle preziose automobili del Museo Storico Alfa Romeo – 8C 2900 B Speciale tipo Le Mans del 1938, Gran Premio Tipo B (P3) del 1932, Gran Premio Tipo 159 “Alfetta” del 1951 e 155 DTM del 1993 - affronteranno la principale attrazione del Festival of Speed: l’impegnativo percorso Goodwood Hillclimb. Il tracciato di quasi 2 chilometri inizia con una strada costeggiata da alberi attraverso l'angolo meridionale della Goodwood Estate, per poi svoltare impetuosamente davanti alla Goodwood House prima di inerpicarsi su una strada irta e stretta racchiusa tra muri di pietra e fitti boschi verso l'ippodromo di Goodwood, che domina sulla cima delle maestose South Downs. Senza dimenticare che il dislivello del tracciato, dall'inizio alla fine, è di quasi 100 metri ed è particolarmente tecnico e difficile, al punto di mettere a dura prova le doti di concentrazione e velocità dei migliori piloti del mondo.

Le altre 12 vetture del Museo Storico Alfa Romeo saranno "contese" tra il concorso di eleganza “Style et Luxe” di Cartier e il Cathedral Paddock. In dettaglio, la regina incontrastata del Supercar paddock sarà l'ultima nata tra le supercar Alfa Romeo, la 8C Spider, che si farà strada in mezzo alla folla inerpicandosi per le strade della Goodwood Hill, attirando gli sguardi ammirati grazie al suo stile pluripremiato e al rombo inconfondibile del motore V8. Inoltre, presso il Cathedral Paddock si potranno ammirare alcune meraviglie storiche come l'Alfa Gran Premio Tipo 512 1940, l'auto che non riuscì mai a competere a causa dell'avvento della Seconda Guerra Mondiale, e la 164 Pro-Car, la prima auto al mondo a montare il motore a 10 cilindri. E accanto a questo dispiegamento di eccezionale tradizione sportiva, la 33 Stradale prototipo 1967 farà bella mostra di sé nell'area Cartier, rendendo evidente la ragione del blasone di Alfa Romeo nel corso dei decenni. Progettato da Franco Scaglione, questo prototipo del 1967 era l'auto più costosa dell'epoca ed è considerata una delle vetture più belle mai realizzate.

Lord March, organizzatore del Goodwood Festival of Speed, ha dichiarato: "Alfa Romeo possiede uno dei pedigree più invidiabili tra i costruttori d'auto e la sua storia è entrata nella leggenda. Con la celebrazione della "Passione per la velocità" del Festival di quest'anno, nessun altro marchio sarebbe stato altrettanto adatto a rappresentarla. Parlando da Alfista quale io stesso sono, ritengo che il marchio rappresenti l'essenza della bellezza motoristica e sono onorato di poter contribuire alla celebrazione del Centenario di Alfa Romeo al Festival di quest'anno. E non vedo l'ora di assistere al brillante futuro del marchio grazie al debutto della nuova Alfa Giulietta".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©