Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Ali Hassoun al Santa Maria della Scala a Siena


Ali Hassoun al  Santa Maria della Scala a Siena
17/06/2010, 11:06


SIENA - Il 28 giugno si inaugura al Santa Maria della Scala di Siena la mostra dei Bozzetti del Palio di Luglio 2010 affidato al pittore Ali Hassoun. La mostra sara' aperta al pubblico sino all'18 luglio. Hassoun italiano d’adozione, nasce in Libano a Sidone nel 1964, nel 1982 si stabilisce a Siena e studia all’Accademia di Belle Arti di Firenze, e nel 1992, sempre a Firenze si laurea in architettura. Ora vive e lavora a Milano. Nelle sue opere egli coniuga mirabilmente due culture, quella della sua terra natia il Libano, e quella assorbita in Italia. L’arte diventa così una terra di confine nella quale si incontrano le due culture, quella tradizionale e spirituale del misticismo islamico, e quella dinamica ed evolutiva dell’Occidente. Cosi’ l’artista si fa interprete di culture diverse ma confrontabili, che convivono nello spazio perfettamente orchestrato delle sue tele coloratissime. I personaggi di un Islam o di un’Africa tanto vissuta quanto favolosa e immaginata, nelle sue composizioni sono tutti catturati in un gioco di citazioni colte e di rimandi indiretti tra figura e sfondo. La pittura del Drappellone, fino a una quarantina di anni fa riservata esclusivamente a pittori senesi, ha cominciato ad essere poi affidata infatti anche a pittori di chiara fama sia italiani che stranieri. Molto importanti sono i nomi che già hanno realizzato questa impresa, basterà ricordare Mino Maccari, Renato Guttuso, Renzo Vespignani, Bruno Caruso, Valerio Adami e Luigi Ontani fra gli italiani e Eduardo Arroyo, Jim Dine, Folon e Botero tra gli stranieri. Il Drappellone o palio è il premio che viene assegnato alla Contrada che vincerà la Carriera e consiste in uno stendardo di seta cruda alto 2,50 metri e largo 0,80 metri, arricchito poi, come detto, dalla pittura di un artista.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©