Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Alla Reggia di Caserta concerto dei Solisti Partenopei


Alla Reggia di Caserta concerto dei Solisti Partenopei
27/01/2011, 16:01

Un concerto-spettacolo che contamina i diversi generi della storia della musica, accostando la classica al pop. Dopo l’evento di Capodanno e quello dell’Epifania, s’intitola “Musica nel mondo…da Mozart ai New Trolls” l’ultimo appuntamento del ciclo di concerti organizzati dall’Ente provinciale per il turismo di Caserta, nell’ambito della rassegna “L’ombra della luce”.

L’iniziativa è in programma domenica 30 gennaio alle ore 19.00 nel Teatro di corte della Reggia di Caserta. Già tutti esauriti i posti a disposizione nel Teatro.

Protagonista sarà la prestigiosa orchestra d’archi de “I Solisti partenopei” diretti dal maestro e pianista Ivano Caiazza, che ha curato anche le particolari orchestrazioni del concerto. Soprano Bernardette Siano, tenore Giuseppe Armando Valentino. Interventi di Laura Valente, presenta Luigi Di Lauro.

“Il senso del concerto – spiega il maestro Caiazza – è nella volontà di trasmettere un messaggio conciliante tra i vari generi musicali. La buona musica, la bella melodia, l’interessante armonia annullano il tempo e i generi e possono essere ascoltate in ogni contesto. Con un particolare e omogeneo colore orchestrale, accosteremo la musica del divino Mozart, caposaldo della storia della musica, a Leonardo Vinci, importante esponente della gloriosa scuola napoletana del ‘700, alla musica espressa dai mitici New Trolls o dagli Alunni del Sole, o ancora a Brahms e Astor Piazzolla, in un viaggio affascinante nella storia della musica del mondo, senza barriere o preclusioni, con l’unico obiettivo di affermare il concetto del bello”.

Le orchestrazioni esaltano anche le possibilità virtuosistiche de “I Solisti del San Carlo”. Il programma del concerto è suddiviso in due parti: nella prima spazio subito a Mozart (Eine Kleine Nacht Musik K.525 – Allegro), si passa a “Marechiare” di Salvatore Di Giacomo e poi al tema musicale del film “Ghost” (Unchained melody) fino ai News Trolls con “Io che ho te” e “Non ti scordar di me” di Furnò-De Curtis.

La seconda parte inizia con la Danza ungherese n.5 di Brahms, proponendo poi “La vita è bella” di Piovani, il “Concerto” degli Alunni del Sole e termina con “Libertango” di Astor Piazzolla.

Il progetto “L’ombra della luce” è finanziato dall’assessorato regionale al Turismo, su iniziativa del commissario straordinario dell’Ept di Caserta, Alfredo Aurilio.

“Abbiamo offerto ai cittadini e ai turisti – commenta Aurilio – una serie di appuntamenti d’eccezione con la musica, in uno scenario di grande suggestione come il Teatro di Corte della Reggia, la cui bellezza è stata ancor più valorizzata da giochi cromatici e di luci. Nei prossimi mesi promuoveremo ancora la musica, legata sempre più alla storia del nostro territorio”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©