Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

All’Arenile Reaload, prima tappa del “Bagnoli Jazz Festival Spring 2013”


All’Arenile Reaload, prima tappa del “Bagnoli Jazz Festival Spring 2013”
16/04/2013, 10:56

Serata live con Le Jazz Hot, Anima Nova e Max Puglia, che presenterà in anteprima il suo nuovo, doppio, lavoro: Latin Attraction Project. Sabato 20 aprile, dalle ore 19. Torna il “Bagnoli Jazz Festival”, l’appuntamento più caldo della Primavera made in Naples, organizzato dall’Associazione Bagnoli Power in collaborazione con Spazio Creativo e X Municipalità.

Next stop, sabato 20 aprile, all’Arenile Reload di via Coroglio. Location, che a causa del provvedimento di sequestro delle aree di competenza di Bagnoli Futura, avvenuto nei giorni scorsi, ospiterà l’evento originariamente previsto all’Auditorium di Porta del Parco.

Si parte alle ore 19 con “Le Jazz Hot”, giovane band votata alle sonorità manouche. Aperitivo time, durante il quale, chi vorrà, potrà assaporare vini, formaggi e salumi di Vineapolis, affermato wine music club di Bagnoli. In un altro corner, sarà possibile gustare assaggi di latticini del caseificio Ponte a Mare di Castel Volturno. Tra gli stand, anche quelli del ristorante Il Braciere di Agnano, di Caffè Borbone e Birra ed Oltre, unica azienda  in Campania, dove trovare birre artigianali provenienti da tutto il mondo. 

Alle 20.30, via all’Open Stage con gli “Anima Nova” e la loro suggestiva rilettura di samba e bossanova. A seguire, l’attesa esibizione di Max Puglia, che proporrà in anteprima “Latin Attraction Project”, il suo nuovo lavoro musicale e letterario. Un cofanetto, che si compone di libro e cd musicale, nato in collaborazione con l’imprenditore Massimo Solimene di Spazio Creativo Edizioni (altra realtà fortemente attiva e radicata sul territorio e da sempre impegnata per il rilancio di Bagnoli). In particolare, nel volume, intitolato “Martiri”, Puglia si cimenta per la prima volta nella scrittura raccontando, con toni forti e in stile “Pulp”, una serie di storie bagnolesi. Nel disco allegato di ballad, “Latin Attraction”, il musicista torna, invece, un po’ alle origini pescando nel romanticismo musicale l’antidoto giusto per rimarginare le ferite inferte al quartiere in cui è nato e cresciuto: Bagnoli. Uno scrigno, reso ancor più prezioso, dalla partecipazione di artisti di spessore, come Antonella Ruggiero, che interpreta “Amore Lontanissimo”; e Consiglia Licciardi (che canta un pezzo di Peppe Licciardi “Senza se ncuntrà”). E, ancora: Marco Zurzolo, Fredy Malfi, Ciccio Merolla, Pino Tafuto, Savio Arato, Francesco Vitiello, Massimiliano Segatori, Guido Russo e Guido Cusano. Molti dei quali saranno presenti il 20 aprile sul palco del Bagnoli Jazz Festival, così come l’attore, scrittore e cantante, Lino Volpe.

Ma non è tutto. All’Arenile, infatti, sabato 20 aprile, ci sarà spazio anche per un’originale mostra fotografica dell’artista Diego Loffredo e per i giovani “imprenditori” del portale TAG   che presenteranno ufficialmente il loro social magazine. A fine live, chi vorrà, potrà poi continuare a scatenarsi in pista sulle note del dj-resident dell’Arenile, Claudio Cerchietto.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©