Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Presentato Rapporto 2012 sulle coste italiane

Ambiente, Ministero Salute: "Aumenta qualità acque balneabili"

Alla Campania la maglia nera

Ambiente, Ministero Salute: 'Aumenta qualità acque balneabili'
13/06/2012, 13:06

L'Italia, nella stagione balneare 2011, ha riportato un netto miglioramento della qualita' delle acque di balneazione rispetto all'anno precedente con un incremento del 7,3% per tutte le acque, 6,6% per quelle marine e 13,1% per quelle interne.
Lo annuncia il rapporto 2012 sulle acque di balneazione presentato oggi a Roma al Ministero della Salute. Il rapporto evidenzia che, a livello europeo, le acque di balneazione dell'Italia hanno conformita' ai valori guida dell'82,3% rispetto alla media europea del 77,1%.
Le regioni le cui acque sono risultate piu' pulite sono il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, il Molise, la Basilicata, la Sicilia e la Sardegna, che hanno valori percentuali non conformi ai valori imperativi quasi tutti pari a zero. Le regioni le cui acque sono invece risultate piu' inquinate sono la Campania, con una percentuale non conforme ai valori imperativi pari a 2; l'Abruzzo, con una percentuale pari all'1,7%; la Liguria, con una percentuale di acque non conforme ai valori imperativi dell'1,20%.
Per il ministro della Salute, Renato Balduzzi, "questi sono dati positivi. Il miglioramento della qualita' delle acque continua - ha aggiunto nel corso della presentazione del rapporto - anche se va detto che la qualita' era gia' buona. Abbiamo le coste piu' controllate dell'Unione europea e ce ne vantiamo perche' diventa un marchio per la qualita' del nostro Paese".
Balduzzi ha quindi sottolineato che "a questi risultati siamo arrivati nel tempo grazie ad un lavoro congiunto del Ministero, delle Regioni e dei Comuni, grazie agli strumenti che ci siamo dati e che iniziano a dare i primi frutti".

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©